De Angelis, mette il Pd in rotta di collisione con Forza Italia

CORRADO TRENTO
Ciociaria Editoriale Oggi

 

 

«A Frosinone il sostegno a Fabrizio Cristofari sarà totale e convinto e il Partito Democratico metterà in campo una lista fortissima. Puntiamo al massimo». Francesco De Angelis va dritto al punto. Non nomina Norberto Venturi, ma è evidente che il riferimento è alla presa di posizione del segretario del circolo cittadino del Pd. (leggi qui: Venturi, siluro al Pd: sotto il 15% scordatevi la candidatura) Il quale, in una dichiarazione a Ciociaria Oggi, aveva detto chiaramente che alle comunali di Frosinone i big dovranno impegnarsi al massimo, perché scendere sotto il 15% equivarrebbe a rendere impossibile una candidatura eleggibile alla Camera o al Senato.

Francesco De Angelis dice: «Ci sono tutte le condizioni per ottenere un risultato importante al Comune di Frosinone. Il candidato sindaco Fabrizio Cristofari ha le carte in regola per vincere e noi lo appoggeremo senza risparmiarci. La lista del Pd, non ancora ultimata, è già fortissima. Sono anche convinto che la coalizione, nella quale ci sono i socialisti e le liste civiche, saprà rappresentare un valore aggiunto decisivo».

Chiediamo a De Angelis: Alternativa Popolare sosterrà Nicola Ottaviani e questo potrebbe rivelarsi importante.

Ma il leader dell’area maggioritaria del Pd in provincia la pensa in modo diverso e spiega: «Credo sinceramente che Alternativa Popolare abbia perso un’occasione per vincere le elezioni comunali di Frosinone. Non intendo alimentare alcuna polemica sulla mappa delle alleanze, dico però che al posto loro avrei valutato la situazione diversamente».

In provincia di Frosinone si parla da tempo di un asse trasversale fra lo stesso Francesco De Angelis e Mario Abbruzzese, consigliere regionale e leader di Forza Italia. Ma negli ultimi giorni Abbruzzese ha attaccato frontalmente, rilevando di voler andare alla conta dappertutto. Anche e soprattutto negli enti intermedi.

Francesco De Angelis, che è presidente del Consorzio Asi, risponde: «Siamo pronti alla conta e, soprattutto, siamo uniti. Chi pensa o spera che il Pd si dividerà avrà brutte sorprese. Comunque, noi non tremiamo».

 

§

 

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright