Di Battista all’attacco di Di Maio: gli eletti del territorio con chi stanno?

Foto: © Imagoeconomica, Benvegnu' Guaitoli

All’interno del Movimento Cinque Stelle il momento è decisivo, con Alessandro Di Battista che ha messo nel mirino il vicepremier, ministro del lavoro e capo politico. Gli equilibri non potranno restare come sono. In questa situazione i deputati della provincia di Frosinone preferiscono non esporsi.

Nel “Gabinetto di guerra” di Luigi Di Maio, l’altro, Alessandro Di Battista, viene definito “il destabilizzatore”. La convinzione è che voglia spingere per le elezioni in autunno per poi guidare il Movimento Cinque Stelle all’opposizione.

Dal canto suo Alessandro Di Battista adesso prova a stemperare i toni, dice che non è certo il suo “libricino” a mettere in difficoltà il Governo, semmai è il leader della Lega Matteo Salvini che si sta “berlusconizzando”, che si comporta come premier e ministro degli Esteri e che adesso intende convocare perfino i sindacati, invadendo di fatto il campo di Luigi Di Maio, quello del ministero del Lavoro.

Lo scontro è forte e ci sono due concezioni del Movimento Cinque Stelle. Quella di Luigi Di Maio non regge più, soprattutto nella base, non perché sia governativa, ma perché la trazione dell’esecutivo è leghista. Anzi, salviniana. Il crollo nelle urne alle Europee (la metà dei voti rispetto alle politiche di oltre un anno fa) evidenzia questo malessere.

Alessandro Di Battista ha come unico scopo quello di prendere la guida del Movimento, non di continuare a governare con Salvini.

Poi c’è la posizione del presidente della Camera Roberto Fico: in questo momento il suo sostanziale silenzio finisce con il favorire oggettivamente la posizione di Di Battista.

E i parlamentari con chi stanno? Non è che ogni volta è obbligatorio pronunciarsi sulla piattaforma Rousseau per capire se è l’ora del pollice su o del pollice giù. Il senatore Gianluigi Paragone, per esempio, sta con Di Battista punto e basta. Il ministro Alfonso Bonafede è con Di Maio. Non si discute. In provincia di Frosinone su questo non si sbilancia nessuno. Con chi sono schierati i tre parlamentari: Luca Frusone, Ilaria Fontana, Enrica Segneri? Con chi sta il consigliere regionale Loreto Marcelli? Con Di Maio o con Di Battista?= Sarebbe interessante saperlo anche per capire le collocazioni degli esponenti pentastellati.

Gli unici ad uscire allo scoperto, qualche settimana fa, sono stati i consiglieri comunali di Frosinone Christian Bellincampi e Marco Mastronardi. Critici nella gestione del Movimento, sia a livello locale che nazionale. Entrambi hanno avuto qualcosa da dire a Luca Frusone. Entrambi potrebbero stare con Di  Battista. Potrebbero.

Nessuno nei Cinque Stelle dice con chi è posizionato. Non in provincia di Frosinone.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright