Il diario del giorno – Lunedì 24 luglio 2017

La politica cerca di smorzare i toni. Dopo una settimana segnata dalle polemiche interne al Pd e dalle voci d’annessione di Alternativa Popolare.

 

IL SIMONE AMBIGUO

Il segretario provinciale del Partito Democratico Simone Costanzo dice che non ne può più delle polemiche. E ritiene che sarebbe ora di parlare delle cose fatte dal Pd. Così, sulla sua bacheca Fb pubblica il manifesto diffuso dai Dem nazionali: “L’autismo non è più un fatto invisibile“. E’ la pubblicità sui fondi per le famiglie in cui si combatte l’autismo. Commenta Costanzo: «Un aiuto concreto per 500 mila famiglie italiane».

Non tutti comprendono il messaggio. E tra alcuni esponenti del Pd di Frosinone parte una serie di sms in cui iniziano a domandarsi: “Ma con chi ce l’aveva Simone? Con Quelli di De Angelis o quelli di Scalia?” Alcuni giurano che volesse mandare un segnale a quelli che si azzuffano mentre il Partito affondAa nei sondaggi.

 

 

IL MARIO EQUESTRE

Svelato il segreto di Mario Abbruzzese. Almeno in parte. Il presidente della Commissione Riforme Istituzionali della Regione Lazio ha segnato sul suo iPad l’appuntamento per mercoledì, di cui si vocifera in gran segreto da alcuni giorni.

Visita a sorpresa di Silvio Berlusconi? Macché. Grande abbraccio con Antonello Iannarilli e Gianluca Quadrini? Ma quando mai!

L’evento è la cena estiva nella quale il commander di Forza Italia riunisce la sua componente. Quest’anno lo farà a bordo piscina. Ci si vede a Cassino alla Acquachiara – Piscina Azzurra. Chi non è stato invitato si ripassi i conti: significa che è in discesa nel borsino di Abbruzzese. Il che equivale ad essere in discesa nel Partito.

Tutto qui? No. Mario annuncerà l’operazione che potrebbe lanciare su scala nazionale la Valcomino. Rivelerà che giovedì sera arriverà ad Atina l’amministratore di Fiera Cavalli Verona, per valutare la fattibilità di un brand ippico nazionale in Ciociaria. Il suggerimento è arrivato da due ambasciatori di due Paesi Mediorientali che si sono letteralmente innamorati della Valle ed hanno convinto alcuni grossi imprenditori ad investire. L’operazione è talmente seria che giovedì ci saranno due vice ministri.

 

 

IL MISTERO DI MICHELE (PER FABRIZIO)

Prendendo il cappuccino, il mancato sindaco di Frosinone Fabrizio Cristofari ha commentato con un medico le frasi dette da Michele Marini e riportate su Alessioporcu.it. «Ah, dice che lui parla solo nelle sedi istituzionali. E l’intervista a Ciociaria Oggi che era: una sede istituzionale?»

Non richiesto un commento, Michele Marini (non) fa sapere “Ho ripetuto solo quello che avevo già detto durante la Direzione Provinciale, non una parola di più“.

 

 

AMATA PORTA A PORTA
Incurante delle voci di annessione, secondo le quali Alternativa Popolare sta per essere cannibalizzata da Forza Italia, il vice presidente della Provincia Andrea Amata continua a girare per i Comuni. Si sta preparando il terreno in vista delle Regionali 2018.

La base di partenza sono i 60 amministratori comunali che lo hanno votato alle Provinciali di gennaio. In questi giorni è stato nella Valle dei Santi, poi a Ferentino, ad Alatri a Trevi nel Lazio.

A chi gli ha domandato perché stesse in giro, Comune per Comune, Amata ha risposto che «Siamo in una tenaglia mediatica, Forza Italia e Pd hanno i loro gruppi editoriali di riferimento, Il Movimento 5 Stelle può usare il megafono di Grillo. Noi opossiamo resistere solo alla vecchia maniera: attraverso il porta a porta».

 

IL BUSCHINI NOTTURNO

L’assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini, alias ‘il mio Monnezza‘ (copyright Nicola Zingaretti) vive nell’incubo di qualche tranello ordito dalle file della sindaca Virginia Raggi.

C’è chi giura abbia iniziato a controllare in maniera ossessiva qualsiasi documento che riguardi i rifiuti di Roma Capitale. E che abbia una serie di comunicati stampa già pronti nel caso in cui dovesse arrivare un attacco su qualsiasi argomento.

Ma ora pare che si sia messo in testa di fare il colpaccio elettorale. Avrebbe preteso la creazione di una commissione interna («a costo zero, tanto siete già pagati») per studiare una soluzione al caos rifiuti nella Capitale, pronto a proporla sic et simpliciter a sora Virginia se continuerà a tardare la presentazione delle sue proposte  al tavolo   Regionale. Come a dire: se non siete buoni a fare i progetti, le soluzioni ve le diamo noi.

 

DE ANGELIS: ALESSIOPORCU.IT NEL DIRETTIVO
Prendendo un caffè con alcuni membri della Direzione Provinciale Pd, il leader della corrente maggioritaria nei Dem, Francesco De Angelis, all’ennesimo lancio di Alessioporcu.it con il punto sulla situazione politica ha sbottato: «Ormai è questo blog che scrive l’agenda, è lui che detta la linea, lui che indica cosa fare. Mettiamolo nel Direttivo e finisce la storia».

Il tono della voce, assicurano, era alquanto irritato.

Informato (in tempo reale) della frase, il direttore Alessio Porcu commenta: Domine non sum dignus.

 

Domani è un altro giorno.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright