Bassetta credeva fosse amore, invece era una maggioranza a tre ruote (di F.Ducato)

Una maggioranza che si è appena rimessa in carreggiata. Ma rischia di ritrovarsi su tre ruote. La posizione de L'AltrAnagni e gli interrogativi sulla stabilità.

Franco Ducato

Conte del Piglio (ma non) in Purezza

Una maggioranza che viaggia su un carro a tre ruote. È questa l’immagine che potrebbe avere, tra un po’, la coalizione di centro sinistra ad Anagni dopo la fine (almeno quella teorica) della crisi che aveva portato alle dimissioni, poi rientrate, del sindaco Bassetta.

Più che un gossip, un’analisi che nasce da un dato di fatto e qualche considerazione.

Il dato di fatto è quello relativo allo stato dei rapporti presenti tra il resto della maggioranza ed il consigliere de L’AltrAnagni Alberto Floridi. Rapporti, a quanto pare, non molto amichevoli.

Che qualcosa si fosse incrinato lo si era già capito durante il giorno del rientro delle dimissioni; quando, per qualche ora, era circolata la voce che il sindaco non avrebbe ritirato le dimissioni se Floridi non avesse firmato il documento della pace. Poi quella firma c’è stata. Ma, a quanto pare, molto forzata. Ed un po’ di astio deve essere restato. Anche perché, dopo il consiglio comunale di qualche giorno dopo, il gruppo dell’apetta ha fatto sapere a tutti di non avere gradito il fatto che il sindaco non avesse dato il minimo spazio per un dibattito sulla crisi.

Insomma; Floridi fa pare della maggioranza, ma in modo -come dire?- problematico.

Di qui la volontà, illustrata ad amici, consiglieri e non solo, di provare a riequilibrare la trazione doppia (Pd e Progetto Anagni) della maggioranza. Un progetto in cui potrebbero confluire altre due cose:
1- La posizione di Fabio Roiati, esponente di Progetto Anagni, ma arrabbiato con il gruppo per lo stappo con Beccidelli
2- E quella di Antonio Necci, che è in maggioranza da poco, ma che ha già chiarito di non essere organico rispetto agli uomini di Bassetta.

Insomma; un’operazione che, se portata a termine, potrebbe creare un gruppo con tre persone. Forse troppo poche per contare in modo determinante. Ma sufficienti per avere un discreto potere d’interdizione.

Come dicevamo, la maggioranza ad Anagni potrebbe prepararsi a viaggiare a tre ruote.

Tutto sta a vedere se così facendo ci sarà anche più stabilità.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright