Capriccio, passione e seduzione (politica) ad Anagni (di F.Ducato)

Franco Ducato

Conte del Piglio (ma non) in Purezza

di Franco DUCATO
Conte del Piglio
(ma non) in Purezza

 

 

Ad immaginarsela, sembra la trama di un romanzo d’appendice. Di quelli che si leggevano tra la fine dell’’800 ed il ‘900.

Trama; ragazza giovane ed ingenua viene concupita da un uomo maturo, che le fa perdere la testa. Poi, dopo infinite peripezie (e tanti capitoli) la ragazza capisce lo sbaglio commesso, e decide di tornare a casa, conscia del fatto che solo lì potrà recuperare la purezza perduta. Ma l’uomo maturo, che non vuole perderla (ma forse vuole solo confermare il proprio potere) decide di tentarla ancora, per farla rimanere con lui. E ritorna a stuzzicarla di nuovo.

Chi avrà la meglio? Il desiderio di ritorno al passato della giovane, o la seduzione del maturo amante?

Premessa d’obbligo, che serve per capire cosa sta accadendo in queste ore nella testa di un giovane consigliere comunale della maggioranza anagnina. Trattasi di Giuseppe De Luca, brillante avvocato cittadino, da quasi tre anni consigliere comunale. Un percorso un po’ accidentato in effetti: il nostro infatti, dopo essere stato eletto nelle fila della minoranza, con il gruppo Anagni Democratica, che sosteneva l’allora candidato a sindaco Roberto Cicconi, qualche mese fa decide di passare in maggioranza con tutto il suo gruppo (compreso il Cicconi, che diventa, va da sé, assessore).

A questo punto però iniziano i problemi. Il giovane De Luca è sempre più insoddisfatto della scelta compiuta. In qualche occasione si esprime in modo perplesso, se non proprio critico, nei confronti della sua (nuova) maggioranza. Comincia a serpeggiare il dubbio; “avrò fatto bene? Non sarebbe stato meglio forse rimanere in opposizione?”.

Fino a quando il dramma (se fossimo in un romanzo, sarebbe un climax, il momento di massima intensità emotiva, il punto in cui diventa praticamente impossibile staccare gli occhi dalla pagina), il nostro decide di andarsene. E comunica la sua volontà agli amici. Che si danno da fare per cercare di dissuaderlo. Anche perché (ma di questo magari ci occuperemo poi..) sembra che di perplessità, oltre a quelle di De Luca, ce ne siano altre.

E qui il romanzo diventa cronaca. Perché più di qualcuno avrebbe visto proprio l’altra sera il nostro Giuseppe De Luca passeggiare con Roberto Cicconi ed il suo gruppo. E sembra proprio che il colloquio sia stato incentrato sul tentativo di far tornare all’ovile la pecorella smarrita. O se si vuole, la giovane confusa di cui sopra. “Non puoi farci questo, ci metti in una situazione di grossa difficoltà”; questo il tono dei tentativi di far tornare De Luca a più miti consigli.

A quanto pare, il tentativo avrebbe avuto effetto. Perché, per ora, De Luca avrebbe deciso di rimanere dove si trova. Fra le braccia dell’uomo maturo e seducente.

Pardon, della maggioranza.

 

 

Leggi tutti gli articoli del Conte del Piglio (ma non) in Purezza

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright