La ragazza con un chicco di grano che divenne famosa pastaia (di F. Dumano)

La storia della ragazza che partì da Arpino con il fidanzato ed un chicco di grano. Fu lei a convincere il ragazzo ad andare a Roma per fare i commercianti. La storia del Pastificio Pantanella e di una fiaba raccontata davanti al focolare

Fausta Dumano

Scrittrice e insegnante detta "Insognata"

Ricordi in bianco e nero… questa volta ti porto in un tempo lontano ma proprio lontano.

Immagina una notte con la neve davanti al focolare, una nonna racconta una storia che sembra una fiaba, ma fiaba non è.

Il 17 marzo del 1823 ad Arpino nasce Michelangelo Pantanella da Orazio e Marianna Quadrini. Michelangelo lavora il grano, si sposa a 18 anni con una vedova Angela Di Fulco.

 

Ad Arpino facevano la fame. Lei temeraria gli propone di andare a fare gli ambulanti a Roma.

I maschi sono sempre più timorosi, ma si lasciò convincere. Quella mattina che partirono, lui certamente non immaginava… Chissà quante volte sarà tornato indietro con i passi.

A Roma: commercio ambulante di pizza e di granturco nei pressi del Colosseo, in seguito a Piazza Montanara che era ritrovo dei contadini, provenienti dalle campagne. Subiscono pure dei furti, ma riescono ad accumulare una riserva di grano e fagioli.

 

Nel 1861 Michelangelo diventa proprietario di un pastificio a via dei Cerchi. E poi diventa presidente dell’associazione dei mugnai… Pensa tu quel ragazzo che era partito da Arpino con le scarpe sfondate e i pantaloni strappati è diventato l’imprenditore che ha dato il marchio alla Pasta Pantanella.

 

Nel 1929 Benito Mussolini nel Palazzo Pantanella inaugura la nuova sede del Museo dell’Impero romano. Ricordi in bianco e nero, sfogliavo una vecchia agenda della mia mamma e ho trovato scritto in diverse occasioni ”comprare pasta Pantanella”.

Mi sono chiesta ”ma perché la mia mamma arpinate cercava la pasta Pantanella?”

 

Ricordi in bianco e nero, la mia nonna davanti al fuoco mi narrava che una ragazza con un chicco di grano era diventata una donna famosa, che il chicco di grano aveva fatto l’incantesimo e la notte di Capodanno la sua vita era cambiata da mugnaia a principessa.

Oggi penso che la fiaba davanti al fuoco fosse la storia di Michelangelo e la moglie

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright