E alla fine Chinaglia giocò nel Frosinone

Senza ricevuta di Ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Rino Gaetano, tra le cose impossibili inserì Chinaglia al Frosinone. Ma quella canzone puntava il dito contro i luoghi comuni. E da oggi, se guardiamo bene, Chinaglia è arrivato al Frosinone

Clicca qui per ascoltare

Mio fratello è figlio unico perché è convinto che Chinaglia non giocherà nel Frosinone”: è uno dei passaggi del celebre brano Mio fratello è figlio unico con cui un indimenticato ed inimitabile Rino Gaetano cantava l’isolamento dell’uomo quando non sta in sintonia con quello che oggi chiamiamo il mainstream. Cioè quando ragiona con la sua testa ed arriva a conclusioni diverse da quelle della grande massa che lo circonda.

Rino Gaetano

Molti, per non affrontare quel senso di isolamento, preferiscono ripetere ciò che dice la massa: conformarsi. È un peccato, perché – come ripeteva il beato Carlo Acutis il quindicenne venerato come un Santo – “Tutti nascono originali. Ma molti muoiono come fotocopie”.

Con il nostro modo di pensare e la nostra capacità di confontarci, creiamo cose nuove, idee diverse, cresciamo. Sta qui il valore della nostra unicità e del confrontarla con gli altri.

Facciamo un esempio: ancora oggi sono in tanti quelli che non credono alla possibilità di un Chinaglia al Frosinone. Però, se vai a vedere bene, grazie alla capacità di pensare in modo diverso, negli anni questo territorio ha sviluppato un’università talmente innovativa da attrarre qui il primo progetto per una Giga Factory di Fincantieri; 

Lo stabilimento Stellantis, ex Fiat, oggi è circondato da un indotto che per 2/3 lavora in larga parte per altri brand, con prodotti di loro creazione.

Il polo aeronautico di Anagni – Ferentino consente a molti elicotteri di stare in aria con sicurezza grazie ai brevetti messi a punto sul territorio.

Zerbin con la maglia della Nazionale

Ci vuole il coraggio di pensare. E quello ancora maggiore, di scoprire che l’idea della massa talvolta non è quella giusta ma soltanto quella che fa più comodo.

E se qualcuno avesse ancora dei dubbi, in serata due giocatori del Frosinone Calcio, con la maglia azzurra, hanno affrontato una sfida ufficiale della Nazionale.

Senza Ricevuta di Ritorno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright