E alla fine si scoprì che il No Pass era tutta una scusa

Senza ricevuta di Ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Quelli che dicono No al Green Pass. Ma poi lo rubano.

Per il Codice Penale il furto è l’illecito che si consuma quando ci si impossessa di un bene che appartiene ad altri, mediante una condotta che mira proprio ad appropriarsene. In pratica: se io mi porto via una penna per distrazione dopo avere firmato la Raccomandata nell’Ufficio Postale, non è furto; se la stacco dalla catenella che alla fine alle Poste ci hanno dovuto mettere a causa dei troppi distratti, quello è furto.

In Psicologia il furto è l’alterazione comportamentale più frequente: considerate che rappresenta il 70% circa delle condotte delinquenziali minorili. Ma per parlare di furto occorre che il bambino abbia il concetto di proprietà: il bambino piccolo, infatti, considera ogni cosa come sua; solo dai 6 – 7 anni può capire che si sta appropriando di una cosa non sua.

C’è il furto per necessità (quando devi mangiare), c’è il furto compulsivo (quando vuoi una cosa con tutte le tue forze); il furto cleptomane: è un sintomo nevrotico, un bisogno patologico di rubare, irrefrenabile e immotivato.

L’assurdo caso dei pass rubati

Foto: Alain Rolland / Imagoeconomica

In mattinata è stata scoperta una serie di furti di Green pass compiuti aggirando i sistemi sanitari di Lazio, Campania, Puglia, Lombardia, Calabria, Veneto. Ci sono 120 persone che andavano in giro con il Green pass di un altro al quale era stato sostituito il nome.

Ma se sei contro il Green pass, non lo fai e basta; mica lo rubi. Perché altrimenti non hai capito niente: non si paga, te lo danno gratis appena ti vaccini. Se sei contro il vaccino, non rubi il Green pass: perché altrimenti legittimi la vaccinazione: invece devi andare in giro senza per rendere evidente la tua protesta.

Restano solo due ipotesi: o sei come i bambini ed hai paura dell’ago. Oppure abbiamo scoperto una nuova forma di furto: per imbecillità.

Senza Ricevuta di Ritorno

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright