E dal giorno dopo, come se nulla fosse accaduto

Senza ricevuta di Ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Le nostre abitudini diventano una gabbia nella quale finiamo in trappola. E non riusciamo a cambiare. Nemmeno di fronte ad una tragedia

Le abitudini sono micidiali. Fanno parte della nostra natura: ci aiutano a risparmiare tempo e correre meno rischi. Di fronte ad una situazione normale non ci impegniamo a pensare: è già tutto lì, nelle nostre abitudini, e lo mettiamo in pratica.

Soprattutto noi maschietti, mentre le femminucce sono più creative. A noi basta vedere un pantalone nell’armadio ed in automatico ci mettiamo sopra quello che ci hanno detto andava bene le volta scorsa. E lo facciamo tutte le volte.

Noi siamo quelli che studiamo le istruzioni, le memorizziamo e facciamo sempre lo stesso. Siamo quelli che fanno sempre la stessa strada: perché doverne cercare una nuova? È per questo che non miglioreremo mai. Non riusciremo a fare passi in avanti nella lotta ai femminicidi.

Ce lo ricorda oggi il consigliere regionale Sara Battisti, madrina di decine dei provvedimenti che in questi anni sono riusciti ad accorciare le distanze tra i privilegi degli uomini e le discriminazioni per le donne. (Leggi qui L’omicidio di Romina ci ha insegnato meno di niente).

Lo fa riferendosi all’omicidio di Romina Di Cesare, la donna uccisa dall’ex fidanzato nel centro storico di Frosinone.

«Una tragedia di una donna uccisa. E la stampa parla solo di lui, dell’assassino; parla delle indagini e del successo delle forze dell’ordine. Lei non c’è. Una donna viene uccisa da un uomo che non riesce più a possederla. Siamo costretti a leggere sui giornali il racconto del disagio di quell’uomo, di cosa lo ha spinto a compiere un gesto così brutale e non di cosa aveva da raccontare quella donna».

«Siamo nel 2022 e la morte di Romina è responsabilità di una collettività che si indigna nell’immediatezza della tragicità dell’evento. E dal giorno successivo, ripropone gli stessi identici schemi che contribuiscono a dare linfa a quella ferita profonda che è la disparità tra uomini e donne».

Il problema è che purtroppo ha ragione lei.

Senza Ricevuta di Ritorno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright