È guerra tra Zicchieri e Abbruzzese: «Tizio, stai sereno»

Scontro al vetriolo tra il deputato Francesco Zicchieri (Lega) ed il vice responsabile nazionale Enti Locali di Forza Italia Mario Abbruzzese. Il leghista: "Stai sereno, non mangiamo cadaveri". L'azzurro: "Restituisci i voti che ti ha dato Forza Italia"

Lo chiama “tizio“. E gli dice “Stai sereno“. Senza tenere conto del suo passato da presidente del Consiglio Regionale del Lazio. E nemmeno del suo presente da Vice Responsabile Nazionale degli Enti Locali per Forza Italia. L’onorevole Francesco Zicchieri tratta da mappina Mario Abbruzzese.

Non lo fa in privato. Nè tra quattro mura. Lo scrive in pubblico dove tutti possono leggere. Il vice capo gruppo della Lega a Montecitorio scrive sulla sua bacheca Facebook.

È la risposta alle dichiarazioni fatte da Abbruzzese su Alessioporcu.it. Nelle quali il dirigente nazionale azzurro nega che sia in corso la cannibalizzazione di Forza Italia ad opera della Lega (leggi qui Forza Italia, Abbruzzese: «Non siamo commestibili da chicchessia») . E ricorda che le truppe di Salvini non hanno un solo sindaco tra i 91 Comuni della provincia di Frosinone.

 

La risposta di Francesco Zicchieri è lapidaria.

Rispondendo a questo gratuito e senza senso attacco del “tizio” in questione, gli ricorso che senza il senso di responsabilità della Lega non si sarebbe trovata l’unità nei Comuni che vanno al voto. Poi stai sereno, la Lega non divora i cadaveri.

 

 

Mario Abbruzzese legge e non gradisce. Commenta:

«Dite al ‘tizio’ della Lega che restituisse agli elettori di Forza Italia tutti i voti che gli hanno dato in provincia di Frosinone consentendogli di diventare deputato. Nessuno di noi glielo ha dato per farlo andare a governare con il Movimento 5 Stelle».

 

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright