E Michele Marini potrebbe lasciare il gruppo Pd

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Nessuno scenario è escluso, neppure quello, clamoroso, di un’uscita di Michele Marini dal gruppo del Pd. Il fatto che in consiglio comunale sia rimasta la Lista Marini è indicativo. Più di un segnale.

L’ex sindaco starebbe valutando l’ipotesi di non sostenere nessuno alle primarie, né Fabrizio CristofariNorberto Venturi. Il punto è che Marini si aspettava una presa di posizione di tutto il partito a favore della sua Amministrazione. Non c’è stata, con la sola eccezione (significativa però) del segretario provinciale Simone Costanzo. Ecco perché non si può escludere uno strappo definitivo in aula consiliare.

Sul versante opposto, quello del centrodestra, si continua a parlare dell’ipotesi che alla fine Nicola Ottaviani possa essere tenuto in considerazione per una candidatura alla Camera, qualora però si andasse ad elezioni politiche anticipate se al referendum dovessero prevalere i no. Ma si tratta di uno scenario con troppe condizioni future ed incerte. In realtà Ottaviani è concentrato sulle primarie del centrodestra e sulla ricandidatura a sindaco.

Quello che invece si sta profilando è il sovrapporsi di tre campagne elettorali: per il referendum costituzionale, per le provinciali e per le comunali nel capoluogo. Dalla metà di ottobre in poi si darà “fuoco alle polveri” e allora potrà succedere di tutto.

.

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright