Effetto Petrarcone: via alle riunioni per aggregare il centrosinistra

Dopo la decisione del Pd di candidare sindaco Peppino Petrarcone. Riunione di Demos per valutare la proposta a Maccaro. Polo Civico prepara una lista. Ma ancora non ha deciso con chi.

L’alba consegna a Cassino il candidato sindaco del Partito Democratico: Giuseppe Golini Petrarcone. Ed un documento programmatico intorno al quale aggregare il centrosinistra. (leggi qui Petrarcone sindaco, Grieco vice, Maccaro assessore: ecco il Patto x Cassino). Un manifesto aperto. Sulla base del quale il segretario Pd Marino Fardelli sta iniziando ad organizzare gli incontri. Fondamentale sarà la posizione che nelle prossime ore deciderà Demos, il movimento di opinione che esprime Luigi Maccaro. Ed al quale Petrarcone già nella notte ha rivolto subito un invito chiedendogli di aderire. Tra i civici, Polo Civico sarà della partita. Ed inizia a studiare il campo.

Il Patto aperto

Il Segretario cittadino del Pd Marino Fardelli sta già segnando in agenda gli incontri con le forze alle quali è rivolto il documento approvato lunedì sera.

Segretario, è fatta?

«È fatto il primo passo: il Pd ha deciso il suo candidato sindaco».

C’è anche una proposta politica

«C’è una piattaforma programmatica chiamata Patto x Cassino. È un documento aperto a tutte le forze capaci di dare nuove energie e nuovi impulsi ad una città che ha l’urgente bisogno di ripartire. Tra queste forze vengono individuate figure di assoluto rilievo e spessore, il cui apporto riteniamo fondamentale per costituire una squadra ampia, varia, completa, con responsabilità di governo condivise».

Il nome potrebbe trarre in inganno: non c’è un patto sottoscritto: c’è un candidato ed una proposta politica per i possibili alleati, giusto?

«Esiste il candidato sindaco del Pd. Esiste una proposta programmatica. Esiste un invito a tutte le forze che possono ampliarlo ed integrarlo. Dopo la traumatica esperienza del centrodestra noi riteniamo che per costruire il futuro di Cassino servano nuove energie al fianco di Peppino. Persone come Sarah Grieco, Luigi Maccaro e tanti altri cittadini di Cassino che tra liste civiche e di riferimento politico, potranno essere la nuova linfa per una squadra ampia e più aperta possibile».

Maccaro ringrazia ma ci deve pensare

«È giusto che sia così. Ci auguriamo che persone come Luigi Maccaro ed il gruppo che lo sostiene, possano accettare di avere responsabilità dirette nell’amministrazione cittadina guidata da Peppino Petrarcone. Perché riteniamo che persone come Maccaro e Grieco possano essere da stimolo per la costruzione di una squadra davvero forte e autorevole insieme ai tanti amici della prima ora».

Oggi Democrazia Solidale

Oggi si riunisce il gruppo di DemosDemocrazia Solidale. È l’associazione che esprime la figura di Luigi Maccaro. Prenderà atto della proposta approvata dal Partito Democratico: prevede di portare al tavolo delle trattative, come punto di partenza, il progetto Patto x Cassino, con Giuseppe Golini Petrarcone candidato a sindaco, l’avvocato Sarah Grieco come vice sindaco e Luigi Maccaro con un ruolo attivo e di responsabilità (si chiamano assessorati). (leggi qui Petrarcone sindaco, Grieco vice, Maccaro assessore: ecco il Patto x Cassino)

Demos dovrà valutare i contenuti del Patto x Cassino e decidere se aderire, con quali condizioni. «Ringrazio Peppino Petrarcone e gli amici del PD per aver previsto il mio contributo al progetto di governo della città. Ne sono onorato – commenta Luigi Maccaroora valuteremo insieme e daremo una risposta al Partito Democratico. E per insieme intendo tutte le persone che credono al progetto politico di Democrazia Solidale. Saremo felici di dare il nostro contributo al cambiamento della città. Poniamo da ora una condizione: chiediamo un centrosinistra unito, coeso, aperto al dialogo ed all’inclusione, capace di una visione condivisa. Abbiamo il tempo per costruire un progetto nel quale tutti possano trovare spazi di protagonismo in uno spirito di servizio ai cittadini di Cassino. Prima le persone, a partire da quelle più fragili».

Polo Civico ma non troppo

È il primo esempio di lista civica extra provinciale. Polo Civico è il principale gruppo civico all’interno del Consiglio Comunale di Frosinone. Ma ha suoi consiglieri anche all’interno dei Consigli Comunali di Anagni, Boville Ernica e Fiuggi. A Terracina ha la sua costola pontina con tanto di sezione. Ha tentato lo sbarco a Cassino nei mesi scorsi: dialogando con i tre consiglieri dissidenti di Forza Italia: ma il loro passaggio non si è concretizzato. Alle prossime elezioni comunali però saranno presenti, con una loro lista. Ad organizzare le file è l’avvocato Francesco Malafronte.

Iniziamo dallo schieramento: destra o sinistra?

Siamo civici, né destra né sinistra

Ma con qualcuno vi dovrete buttare, a meno che non vogliate appoggiare Massimiliano Mignanelli.

Nelle settimane scorse proprio la vostra testata ha messo in evidenza come stanno le cose, con chiarezza: intervistando il nostro leader Ginfranco Pizzutelli.

E come stanno?

A noi interessano i progetti e solo in seconda battuta valutiamo gli aspetti politici. È in questo modo he a Frosinone stiamo dando da anni il nostro contributo alla crescita della città.

Ed a Cassino?

Ci prepariamo a dare il nostro contributo.

Appoggiando chi?

Lo vedremo. Ripeto: contano i progetti. Non possiamo negare però che la decisione del Partito Democratico di annunciare il suo candidato sindaco è un segnale di chiarezza, organizzazione, compattezza. Cassino in questo momento ha bisogno di queste cose.

Siete disposti ad appoggiare Petrarcone?

Non abbiamo pregiudizi e allo stesso tempo non abbiamo preclusioni. Aspetteremo che il segretario cittadino Marino Fardelli ci convochi ed ascolteremo il progetto politico di Peppino Petrarcone. Però sono rimasto favorevolmente colpito dall’allargamento del suo schieramento a figure di rinnovamento come la collega Sarah Grieco e come Luigi Maccaro. Sono persone di sicuro spessore. E per nulla omologate a Peppino. Un segnale di apertura che valutiamo in modo molto positivo.

E gli altri?

Gli altri… Mi piacerebbe vedere completarsi questo processo di aggregazione del centrosinistra. Allo stesso modo in cui mi piacerebbe vedere un’analoga aggregazione ed unità di intenti nel centrodestra. E nel polo che si sta costituendo intorno alla figura di Massimiliano Mignanelli. Non dobbiamo poi dimenticare nemmeno i Civici ed i movimenti, impegnati nella discussione che potrebbe sfociare in nuove aggregazioni e magari esprimere anche un candidato sindaco. Proprio perché in presenza di poli forti, credibili, sarà possibile scegliere in modo approfondito dove posizionare Polo Civico, sulla base dei programmi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright