Elezioni Comunali, forse si anticipa a settembre

La data per le elezioni d'autunno non è stata ancora fissata. I Partiti valutano la possibilità di tenerle il 18 settembre. Per evitare una possibile nuova ondata di pandemia.

Al voto in autunno per rinnovare i Consigli Comunali: quelli scaduti già dalla scorsa primavera ma rimasti in carica a causa della pandemia e del lockdown. In autunno si, ma quando? La data precisa non è stata ancora fissata, c’è una finestra dal 15 settembre al 15 ottobre. Ora però da più parti del mondo politico si inizia a valutare la possibilità di accelerare. E di aprire i seggi alla prima data utile: settembre. Per evitare di incappare in una nuova ondata di contagi che potrebbe arrivare con l’autunno facendo scattare il ritorno alle misure anti contagio.

Discussione in atto

Francesco Boccia (Foto Imagoeconomica)

Nel Partito Democratico la questione è stata affidata al responsabile Enti locali Francesco Boccia. Lo hanno sollecitato diversi esponenti Dem. E tra i candidati delle principali città c’è chi dice da subito di essere favorevole, come il sindaco uscente di Milano Beppe Sala ed il candidato sindaco di Torino per il centrodestra Paolo Damilano.

Frena Matteo Salvini. Perché? Ci sono problemi di ordine pratico. Votare il 18 settembre significa depositare le liste con le firme a sostegno il giorno di Ferragosto. Ed iniziare a compilare i moduli con le autenticazioni già da domani mattina. Salvini dice: “Dai, non scherziamo. Si vota il 10 ottobre“.

Elezioni: presto che è tardi

In provincia di Frosinone sono 24 i Comuni chiamati alle elezioni: Alatri e Sora sono quelli con oltre 15mila abitanti e dove sarà necessario ottenere la metà più uno dei voti per eleggere subito il nuovo sindaco; altrimenti dopo due settimane andranno al ballottaggio i due più votati al oprimo turno. (Leggi qui Il M5S saluta il Pd, addio alleanza: Eugenia si candida al volo).

(Foto: Carlo Lannutti / Imagoeconomica)

Ma dovranno rinnovare l’amministrazione anche Acquafondata, Alvito, Arce, Casalattico, Castrocielo, Castro dei Volsci, Collepardo, Colle San Magno, Esperia, Fumone, Monte San Giovanni Campano, Pastena, Roccasecca, Sgurgola, Supino, Terelle, Torre Cajetani, Torrice, Trivigliano, Vallecorsa, Vicalvi, Viticuso. 

In molti casi i Partiti sono ancora all’opera per raggiungere gli accordi e scegliere i candidati. Non hanno le liste pronte. L’accelerazione prenderebbe molti alla sprovvista.

La decisione adesso spetta al governo. Calendario alla mano il primo weekend utile è quello del 18 e 19 settembre.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright