Elezioni e primarie, via all’asse Scalia – Astorre

CORRADO TRENTO
Ciociaria Editoriale Oggi

 

 

«Vedo tanti cuori nei simboli della liste a sostegno del mio principale avversario Nicola Ottaviani. Delle due l’una: o si sono convertiti alla cardiologia oppure hanno deciso di diventare tutti più buoni».

 

Le elezioni comunali

Fabrizio Cristofari, candidato sindaco del centrosinistra ma anche presidente dell’ordine dei medici e cardiologo, usa l’arma dell’ironia. Poi aggiunge: «In ogni caso andrò avanti per la mia strada e sono convinto che cinque liste a sostegno sono più che sufficienti. Nel campo del centrodestra registro un certo nervosismo».

Nel Partito Democratico l’annuncio della candidatura al consiglio comunale del segretario del circolo cittadino Norberto Venturi è stata come un’iniezione di fiducia. Nazzareno Pilozzi, deputato del Partito Democratico, rileva: «Un’ottima notizia la candidatura al consiglio comunale di Norberto Venturi. Non avevo dubbi e questo dimostra anche come il circolo cittadino del partito stia lavorando per dare il massimo sostegno a Fabrizio Cristofari. Ha ragione Scalia: la lista del Pd è già fortissima e mancano ancora una ventina di candidature. La senatrice Maria Spilabotte, il segretario Norberto Venturi, i consiglieri comunali Angelo Pizzutelli, Luigi Arduini e Stefania Martini. E tanti altri. Non vedo francamente come possa il sindaco Nicola Ottaviani vincere al primo turno. Anzi, se proprio devo essere sincero, noto un certo nervosismo, che probabilmente deriva dal fatto che il primo cittadino sa perfettamente che Fabrizio Cristofari è un avversario difficile da affrontare. Il nostro candidato sindaco può vincere: è sicuramente il più forte».

 

Le primarie per la segreteria

Tra una settimana però il Pd è impegnato nelle primarie per l’elezione del segretario nazionale. In corsa Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano.

Francesco De Angelis, capolista della mozione Renzi in provincia di Frosinone, continua nell’impegno senza sosta. Ieri ha inviato dei messaggi con un fac simile della scheda che il 30 aprile verrà distribuita al “popolo delle primarie” del Partito Democratico. Chiarissimo il messaggio di De Angelis: “Il 30 aprile si vota così! Barrare solo il riquadro con la scritta Matteo Renzi”.

Nel listone unico a favore di Matteo Renzi, oltre alla componente di Francesco De Angelis (che fa riferimento a Matteo Orfini), ci sono pure l’area di Francesco Scalia e Nazzareno Pilozzi e quella di Simone Costanzo, che ha nel senatore Bruno Astorre uno dei leader più importanti a livello regionale e nazionale.

Di fatto è già scattato l’asse tra Scalia e Astorre. La partita vera è quella per le candidature alla Camera e al Senato: Francesco De Angelis confida nell’imprimatur di Matteo Orfini, ma Francesco Scalia non intende stare a guardare. Sicuramente cercherà una sponda nazionale nel ministro Luca Lotti, ma soprattutto proverà a raggiungere un accordo con Astorre. Il braccio di ferro si riproporrà anche per le candidature alle regionali. Con Marino Fardelli e Antonio Pompeo pronti a sfidare Mauro Buschini.

 

§

 

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright