Ciociaria lontana anni luce dall’Europa. E nessuno fiata

Le prossime elezioni per il Parlamento di Strasburgo saranno fondamentali per il futuro del Vecchio Continente. Eppure nessuno parla di possibili candidature provinciali. Neppure nella Lega e nel Movimento Cinque Stelle, che viaggiano con il vento in poppa. Mentre Forza Italia e Pd...

Nessuno in provincia di Frosinone parla di candidature alle prossime elezioni europee, quelle destinate a segnare il volto politico, economico, finanziario, culturale, sociale del Vecchio Continente per decenni. Quelle che stabiliranno anche il destino dell’euro come moneta.

Da un lato c’è chi prevede l’ondata di piena dei partito sovranisti e populisti, in Italia rappresentati da Lega e Movimento Cinque Stelle. Dall’altro lato le forze del Partito Socialista Europeo sanno che si giocano la sopravvivenza politica.

Tra queste, in prima fila, il Partito Democratico. Ma l’attenzione è rivolta soprattutto al Partito Popolare Europeo, che esprime il presidente del Parlamento di Strasburgo Antonio Tajani e del quale fa parte Forza Italia. Perché la storia insegna che quando la Destra è forte, è proprio il Centro che sente l’attrazione maggiore.

Infatti non sarà secondario capire chi guiderà il Ppe alle prossime elezioni europee. In tutto questo la nostra provincia ancora una volta  rischia di non esprimere parlamentari europei.

Gli ultimi eletti furono Francesco De Angelis e Alfredo Pallone nel 2009. Un’era geologica fa sul piano politico. La volta scorsa, nel 2014, De Angelis fu il primo dei non eletti. Stavolta nessuno sembra porsi il problema.

Eppure la Lega potrebbe avere il vento in poppa. Alle politiche la provincia di Frosinone si è rivelata decisiva per l’elezione di Francesco Zicchieri, coordinatore regionale ed esponente della provincia pontina.

Stavolta si potrebbe pensare a candidare un ciociaro. Il Movimento Cinque Stelle ha i suoi metodi di selezione delle candidature, ma appare difficile che un pentastellato della provincia di Frosinone possa concorrere per un seggio a Strasburgo.

Nel Partito Democratico e in Forza Italia, con gli attuali sondaggi che girano, ci sarà la necessità di blindare le classi dirigenti.

Cioè sempre gli stessi. L’obiezione che la circoscrizione è molto ampia e comprende varie regioni dovrebbe valere pure per gli altri. Invece vale soltanto per la Ciociaria.