Le elezioni nel Pallone: il Tar dice si alla ‘verificazione’ su 5 sezioni a Frosinone

Il Tar dice si alla verificazione dei voti in 5 sezioni elettorali di Frosinone. Se usciranno altri voti per Alternativa Popolare entrerà Cirillo ed uscirà Renzi

Il Consiglio Comunale di Frosinone potrebbe cambiare: il Tar ha accolto la richiesta di verificazione dei voti in 5 sezioni elettorali: la 18, la 27, la 28, la 35 e la 47.

Basterà trovare due voti in più per Alternativa Popolare e scatterà il secondo seggio per la formazione di Alfredo Pallone, togliendolo al Polo Civico che così da quattro scenderebbe a tre seggi. Il Consigliere a rischio è Corrado Renzi.

 

LE CINQUE SEZIONI
A presentare il ricorso è stato l’avvocato Valerio Tallini per conto di tre cittadini di Frosinone. Hanno rilevato che in quelle 5 sezioni sono stati annullati una decina di voti in maniera controversa.

Sostengono che tra le schede annullate nella sezione numero 18 ce ne sia una votata per Alternativa Popolare e per il candidato sindaco del M5S Christian Bellincampi, nonché per i candidati Pasquale Cirillo e Silvia Giuliani senza barrare il simbolo della lista.

Alla 27 ce ne sarebbero quattro annullate con voto espresso ad Alternativa Popolare e preferenze ai candidati Franca Desideri e Antonio Galasso espresse però in spazi diversi da quelli riservati alla lista

Nella sezione 28 tra le schede annullate ce ne sarebbe una con voto espresso per Alternativa Popolare e per il candidato sindaco Nicola Ottaviani, nonché per il candidato Luca Belli senza però avere barrato il simbolo della lista.

Nella sezione 47 – sostiene il ricorso – ce ne sarebbe almeno una votata per Alternativa Popolare e per il candidato sindaco Nicola Ottaviani, nonché per i candidati Arduini e Cirillo ma senza avere barrato il simbolo della lista.

 

LA VERIFICAZIONE

I giudici della I sezione del tar di Latina hanno disposto allora la la verificazione. E’ cosa diversa dal riconteggio.

Nel riconteggio si ricontano le schede. In questo caso invece il giudice Antonio Vinciguerra con i colleghi Davide Soricelli ed Antonio Massimo Marra ha disposto che si verifichino non le schede ma le Tabelle di Scrutinio. 

Sono le tabelle nelle quali gli scrutatori mettono la crocetta in corrispondenza del candidato, ogni volta che esce una scheda con una preferenza per lui.

Se ne dovrà occupare la prefettura e dovrà farlo prima del 25 gennaio prossimo. Infatti, quel giorno si terrà la nuova udienza, nella quale i giudici si sono riservati ogni ulteriore determinazione.

 

I NUMERI

Alternativa Popolare non ha visto scattare il secondo seggio per un solo voto: se la verificazione portasse quel voto in più si andrebbe in parità, con due entrerebbe in consiglio Pasquale Cirillo, primo dei non eletti nella lista di Alternativa Popolare con 251 voti. Cirillo intanto é stato nominato assessore dal sindaco Nicola Ottaviani e quindi – a norma di Statuto – dovrebbe cedere il posto in aula. Al terzo posto nella lista di Alternativa Popolare c’è Gina Tripodi (242 voti) che a quel punto subentrerebbe.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright