Fabrizio telefona a Michele. Ma lui se ne accorge troppo tardi

Il telefono di Michele Marini non ha squillato. Nessuno del Partito Democratico lo ha ancora chiamato. Lo farà il segretario cittadino Norberto Venturi nelle prossime ore così come stabilito sabato sera con il resto del gruppo. (leggi qui) Gli comunicherà che è stato firmato un documento di solidarietà con lui per il modo in cui andarono le cose quasi cinque anni fa: il corto circuito interno al Pd, la lacerazione, Marini che si ritrovò con mezzo Partito a sostenerlo e l’altra metà schierata con il suo predecessore Memmo Marzi.

E’ il passaggio che Michele sta aspettando per annunciare la sua discesa dall’Aventino. E rivelare con chi giocherà questa partita elettorale.

Una telefonata nel frattempo gli è arrivata. E’ quella di Fabrizio Cristofari. Il presidente dell’Ordine dei Medici, l’ex amico d’infanzia al quale Michele non perdona il voltafaccia di cinque anni fa, l’ex segretario del suo Partito al quale ha promesso che non darà mai il voto e nemmeno glielo farà dare, lo ha chiamato. L’aveva anticipato domenica Corrado Trento su Ciociaria Editoriale Oggi e spoilerato Alessioporcu.it (leggi qui)

Michele Marini però se n’è accorto solo a tarda ora quando ha controllato le decine di messaggi arrivati nel corso della giornata. Uno di questi era del servizio ‘Ti ho cercato di Tim’ e segnalava la chiamata di Cristofari.

Cosa farà adesso l’ex sindaco? Sia Ciociaria Oggi che Alessioporcu.it gli hanno anticipato i contenuti della conversazione: Cristofari vuole un confronto con Marini, faccia a faccia e da soli. Per chiarire una volta per sempre quell’episodio del 2012.

Nel frattempo, il Partito Democratico, continua con le sue liturgie bizantine. Al dottor Cristofari ha chiesto conto di quanto scritto in questi giorni sia da Corrado Trento che da Alessioporcu.it. E cioè che ha quasi ultimato la raccolta delle firme per presentare la candidatura alle Primarie del Pd. «Scusi dottore, ma a noi non risulta che lei abbia ritirato i moduli». «E questo che ‘ssò allora?!» avreebbe risposto il cardiologo. Glieli avevano mandati per posta elettronica. «Guardi, quelli non sono omologati: dovrebbe passare qui e ritirare quelli omologati, firmare la ricevuta ed il documento di impegno politico». Fabrizio Cristofari ha tirato un sospiro ed è andato. Dovrà ricominciare la raccolta delle firme.

Sull’altro fonte, Nicola Ottaviani questa sera sarà su Teleuniverso per la prima di quattro puntate che la prima rete tv del Lazio per numero di ascolti ha deciso di dedicare alle Primarie del Predellino convocate dal sindaco uscente: quattro numeri speciali della trasmissione A Porte Aperte. Un modo per verificare se quelle di Ottaviani sono primarie vere o, come ha detto il candidato avversario Stefano Pizzutelli «in realtà sono le Solitarie del sindaco» (leggi qui)

Al telefono, nell’accettare la sfida tv, Ottaviani si è lasciato sfuggire un indizio politico: «Michele Marini scenderà in campo, non so in che modo ma è sicuro che sta già in campagna elettorale: sono andato a due funerali e ad un battesimo. E tutte e tre le volte lui era arrivato prima di me».

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright