Ferentino, via all’anno dei grandi lavori

Via all'anno dei grandi lavori a Ferentino. Dal cimitero nuovo alla rotatoria sulla Casilina; dalla sistemazione idraulica all'isola ecologica. Per procedere poi con il recupero della Paolini.

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

La città di Ferentino avrà presto una nuova ala del cimitero. Si tratta dell’ampliamento della struttura in località Pareti, nella parte bassa guardando verso Anagni. Le entrate saranno separate. Al punto che si può parlare quasi di un nuovo cimitero. L’inizio dei lavori é previsto per il 10 gennaio. L’opera sarà realizzata dal Comune con fondi propri che derivano dalla vendita sei loculi. Il primo lotto prevede la realizzazione di 1.450 nuovi loculi la maggior parte dei quali già acquistati dai cittadini.

Il costo di ogni loculo é di circa 2318 euro. Il Comune ha deciso di agire per proprio conto dopo aver abbandonato il project financing. È finita in soffitta l’idea di affidarsi ai privati che avrebbero realizzato l’opera a costo zero per il Comune in cambio della gestione ventennale del realizzato. Un’idea che era partita oltre sette anni fa.

Cimitero, faccio da me

Il cimitero di Ferentino

Nella primavera del 2019 l’iter era di fatto concluso ed i lavori erano prossimi all’avvio dopo la conclusione del bando vinto da una ditta di Tivoli. Poi però é intervenuta la magistratura: ipotizzava un’estorsione nei confronti degli imprenditori che si erano aggiudicati i lavori. Coinvolti anche due ex amministratori comunali.

L’azione della magistratura ha portato al ripensamento del Comune. Ha annullato il project financing decidendo di effettuare i lavori per proprio conto. I ricorsi al Tar presentati della ditta vincitrice sono stati respinti ed il Comune é andato avanti.

Durante la fase del project ben 250 cittadini avevano prenotato i loculi su carta spendendo in totale 650.000 euro finiti sul conto di una società creata ad hoc dalla ditta vincitrice del bando. Il Comune ha assicurato che nessun cittadino perderà soldi e loculo.

Dal punto di vista amministrativo -spiegato il sindaco Antonio Pompeoandremo a realizzare un’opera attesa da decenni a Ferentino. Il problema della mancanza di loculi nella nostra città é cronico tanto che negli ultimi ho dovuto emettere ordinanze con le quali riprendere in via temporanea loculi a chi li aveva già acquistati ma mai utilizzati. Il Comune realizzerà l’opera vendendo i loculi la cui richiesta è altissima“.

Il primo lotto dei lavori costerà circa 3 milioni di euro e sarà realizzato da una ditta di Parma.

Un anno di opere

Antonio Pompeo

Il 2022 sarà l’anno delle grandi opere a Ferentino. (leggi qui Il 2021 di Ferentino: via la Stu e pure alcuni amici).

Oltre al cimitero ci saranno i lavori per la realizzazione della rotatoria sulla Casilina nell’area Tofe, per la sistemazione idraulica nel quartiere Pontegrande, per la realizzazione dell’isola ecologica in località Bagnatore tra la Roana e Forma Coperta (il Comune stima che determinerà un incremento della differenziata oggi al 65%). e per il recupero dell’ex edificio Paolini.

Il cantiere della rotatoria partirà subito dopo quello per la nuova ala del cimitero. La rotatoria e la sistemazione idraulica del fosso Pontegrande costeranno circa 1,6 milioni di euro, finanziati con un intervento regionale più un mutuo.

L’ex Paolini tornerà ad essere scuola. Il costo dei lavori si aggira sui 2 milioni di euro. (Leggi qui Progetto Stu, abbiamo scherzato: per 17 anni).

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright