Le Contaminazioni di Firminio: in anteprima tutti i segreti della nuova collezione

In anteprima tutti i segreti della nuova collezione Contaminazioni by Firminio. Il luxury brand questa sera rivela le creazioni che saranno protagoniste del White di Milano. Imperdibile anticipazione ad Alvito

Camilla de Tourtrissac

Tagliacucitrice con gusto

La pelle martellata che sposa in autunno il manico sagomato di legno di noce nazionale, il sughero che si stacca dalla quercia per prendere la forma di una patta all’interno di spazi trapezoidali destinati a diventare un must della prossima stagione invernale. Si chiama “Contaminazioni” la nuova linea di borse ideata e realizzata da casa Firminio, che oggi la presenterà in anteprima nella cornice della quarta edizione di ‘Luci d’estate‘.

 

Il centro storico di Alvito presta già da diversi anni location e incantevoli scorci panoramici al sogno di Valentina Abbate e Valeria Maria Fazio, che hanno conquistato l’attenzione e la clientela di sempre nuovi mercati commerciali.

Loro, con un nome preso in prestito dal topolino sognatore del romanzo di Sam Savage, hanno inseguito, con caparbietà e professionalità, una passione comune: valorizzare la loro terra d’origine attraverso un brand sempre più proiettato oltre i confini nazionali e internazionali.

 

Il leitmotiv della collezione autunno/inverno 2018-2019 si traduce nella commistione tra un’accurata lavorazione della pelle e di elementi naturali, quali il legno di noce nazionale e il sughero, che fondono le loro anime dando vita a creazioni dedicate a una donna dinamica, determinata ed elegante.

Un’amante delle linee essenziali, pulite e sobrie che però non rinuncia alla ricercatezza del pezzo unico, alla particolarità dell’artigianato d’alta gamma.

In questo caso firmato dalla vivida genialità creativa di Valentina, creatrice e designer del marchio di Alvito, che ha trovato il perfetto equilibrio tra materiali diversi e qualità essenziali per realizzare un accessorio “raffinato ma fuori dai canoni, capace di raccontare in un modo unico la storia di ogni donna“. (leggi qui Dalla bottega alle passerelle di moda: il sottile filo di cuoio che unisce Firminio a Marchionne)

 

Modernità e tradizione, locale e globale, sono la sintesi perfetta di una borsa Firminio, che veste i colori caldi del mondo autunnale, dal rosso al marrone, dal Cremisi al Cappuccino al Branch, senza trascurare le tonalità stagionali del viola Pansy, del verde Bosco e del blu Fairy e lasciando spazio anche all’intramontabile nero, per dare a tutte le donne un’ampia possibilità di interpretare l’accessorio per eccellenza, seguendo i propri gusti e facendo esaltare la propria personalità.

Sono le linee V e QR, le stesse che saranno in vetrina anche al White milanese e che stasera diventeranno protagoniste assolute di un evento nell’evento. (leggi qui Firminio, contaminazioni e coincidenze: storia di un brand dalla Valcomino al White di Milano)

 

«Con la quarta edizione di Luci d’Estatetiene a sottolineare Valeria Maria Fazio, general manager di Firminio – festeggiamo con gli amici sempre più numerosi i nostri successi e una nuova collezione che, nelle prossime settimane, ci accompagnerà nelle più importanti fiere e negli showroom da Milano a Parigi». 

 

Accanto all’esposizione delle nuove creazioni troveranno posto anche un percorso fotografico dedicato alla manifattura della produzione e due dj set, a cura di Daniele Palombo e Valerio D’Anna. Alla fantasia del fumettista Adamo D’Agostino, invece, saranno affidate riproduzioni personalizzate, sulla parete in pittura lavagna, di tutte le borse Lav acquistate durante la serata.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright