Buschini, dubbi su un franco tiratore. Leodori da oggi vice di Zingaretti

Foto: copyright Imagoeconomica, Benvegnu' Guaitoli

Sospetti su un possibile franco tiratore nel centrosinistra al momento del voto per Buschini presidente del Consiglio. Leodori nominato vice di Zingaretti

C’è stato un franco tiratore sul percorso di Mauro Buschini lungo la strada per l’elezione a presidente del Consiglio Regionale del Lazio. A far mancare il voto non è stato né Enrico CavallariGiuseppe Cangemi, i due indipendenti che sostengono la maggioranza di Nicola Zingaretti in base al Patto d’Aula sottoscritto la scorsa estate. È la convinzione maturata all’interno del Gruppo regionale Dem.

Il franco tiratore avrebbe agito già alla terza votazione, quella che in teoria avrebbe potuto chiudere la partita ed eleggere subito Mauro Buschini. (leggi qui Quattro votazioni e Buschini è presidente del Consiglio Regionale). Da una verifica interna sarebbe emerso che solo uno dei due pattisti avrebbe votato scheda bianca. Invece ne sono uscite due. La seconda alla era di un consigliere del centrosinistra. (leggi qui E l’elezione di Buschini fa traballare la maggioranza)

Il neo presidente Mauro Buschini non vuole commentare. «Registro solo che non ci sono problemi per la tenuta della maggioranza di Nicola Zingaretti. Non ci sono preoccupazioni in più. La situazione è chiara». Chi ha fatto mancare il voto alle terza votazione? «Buontemponi in vena di scherzi».

Il centrodestra ieri è uscito dall’Aula. Il capogruppo di Forza Italia Antonello Aurigemma ha reclamato una vicepresidenza del Consiglio per il suo schieramento. Buschini taglia corto: «È l’Aula a decidere il suo ufficio di Presidenza».

Leodori vice di Zingaretti

 In mattinata, il predecessore di Buschini Daniele Leodori è stato nominato da Nicola Zingaretti vicepresidente della Regione Lazio. All’ex presidente del Consiglio regionale del Lazio sono state assegnate le deleghe al Coordinamento dell’attuazione del programma di governo e dei Fondi Comunitari (Fesr, Fse, Feasr), Rapporti istituzionali, Rapporti con il Consiglio regionale.

Ufficiali da oggi le dimissioni di Massimiliano Smeriglio per candidarsi alle prossime Europee.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright