Ciociaria giù nella classifica di Italia Oggi

La Provincia di Frosinone non è un bel posto dove vivere: ci si sta peggio di un anno fa. Ne è convinto il quotidiano economico Italia Oggi . La sua classifica sulla qualità della vita, pubblicata in queste ore, dice che la ciociaria è all’87mo posto nella graduatoria delle provincie italiane. Ha perso 15 posizioni rispetto allo scorso anno. Per fare un paragone: Latina è a quota 76 (undici gradini più su) ma comunque il calo di ben 13 posizioni.

Stando agli indicatori utilizzati da Italia Oggi insieme all’università La Sapienza di Roma la qualità della vita in provincia di Frosinone è ‘insufficiente’ . (Scarica da qui l’intera ricerca)

La provincia in cui è più bello vivere invece è Mantova. Ha scalzato dal primo posto Trento, che lo occupava da cinque anni e ora è seconda.  Altro nuovo ingresso sui gradini più alti del podio è Belluno, terza, in salita dall’ottava posizione. Scivolano invece Pordenone (da terza a quarta) e Bolzano (da seconda a ottava).

All’ultimo posto c’è Crotone, sebbene, rispetto alle altre province meridionali, presenti elementi di discontinuità. Qui, infatti, il tenore di vita è accettabile. E la provincia è addirittura ricompresa nel gruppo delle più virtuose nelle dimensioni criminalità e popolazione. Responsabili, quindi, della maglia nera sono affari e lavoro, ambiente, disagio sociale e personale, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero. La precede Siracusa (era al 104° posto).

A deludere sono anche le grandi aree urbane, che arretrano tutte, rispetto allo scorso anno, eccezion fatta per Torino (che sale di 6 posti). E se Milano e Napoli perdono rispettivamente 7 e 5 posizioni. Roma ne perde 19 (31 in confronto al 2014), posizionandosi su livelli di qualità di vita insufficienti.

Il dato di Frosinone è in controtendenza rispetto al campione delle province con meno di un milione di abitanti. Infatti, ome rilevato anche lo scorso anno, nelle province con popolazione superiore al milione in genere la qualità della vita peggiora. Mentre nelle province medio-piccole è stabile o in miglioramento. Non in Ciociaria.

Il primo a commentare è stato Fabrizio Cristofari, candidato sindaco di Frosinone per il Pd. «Se una rondine non fa primavera, qui però siamo già a due indizi gravi e siamo quasi ad una prova. Nei giorni scorsi i dati sulla povertà hanno rivelato quanto fosse drammatica la situazione a Frosinone. Ora c’è la conferma autorevole di Italia Oggi. Non credo che ci sia chi abbia il coraggio di affermare che la qualità della vita in provincia di Frosinone sia migliorata»

 

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright