Frosinone, l’ora delle risposte per FdI, Polo Civico e Lista Tucci

Il sindaco Nicola Ottaviani e la coalizione che lo sostiene vogliono sapere se a giugno queste forze politiche saranno schierate a sostegno del candidato del centrodestra oppure no. I tempi sono già strettissimi e Lega, Forza Italia e civiche non hanno intenzione di attendere ancora.

Sono tre i nodi da sciogliere nel centrodestra a Frosinone prima dell’inizio vero e proprio del confronto che porterà alla scelta del candidato sindaco.

Intanto la collocazione del Polo Civico, che è il gruppo di maggioranza relativa con i suoi 4 consiglieri e 2 assessori (fino a poche settimane fa addirittura 5 Consiglieri, prima che Fabio Tagliaferri si trasferisse in FdI).

Alle Provinciali ci sono state le prove generali del Campo Largo voluto dal Pd di Francesco De Angelis e di fatto la lista si è schierata con il centrosinistra. Al Comune la strategia è la stessa, a patto però che ci sia una candidatura a sindaco da Campo Largo. Come quella di Mauro Vicano: l’ex Direttore Generale della Asl ed ex presidente della società pubblica Saf è di formazione centrista, conta apprezzamenti profondi ed amicizie solide tanto a sinistra quanto a destra.

La chiarezza necessaria

Tagliaferri, Piacentini, Magliocchetti, Mastrangeli

Però a questo punto c’è bisogno di chiarezza, come chiedono Danilo Magliocchetti (Lega), Adriano Piacentini (Forza Italia), Antonio Scaccia (Lista per Frosinone), Massimiliano Tagliaferri (Lista Ottaviani). E anche Fratelli d’Italia. La prossima volta serviranno parole definitive. Se il Polo Civico non si presenterà, allora sarà chiaro che non si considera più nella coalizione di centrodestra. Altrimenti, se si presenterà, dovrà ufficializzare la propria posizione.

Stesso identico discorso per Carlo Gagliardi e Carmine Tucci, che la volta scorsa si presentarono nel centrodestra con Cuori Italiani.

Infine, la questione di Fratelli d’Italia. I consiglieri Domenico Fagiolo e Mariarosaria Rotondi e l’assessore Pasquale Cirillo continueranno a stare nella coalizione che sostiene Nicola Ottaviani. Tocca ai vertici del Partito chiarire la posizione: al presidente cittadino Fabio Tagliaferri, al presidente provinciale Massimo Ruspandini e al segretario regionale Paolo Trancassini. (Leggi qui Cosa c’è dietro la telefonata che imbarazza Fratelli d’Italia).

Foto: Andrea Panegrossi / Imagoeconomica

La data per le elezioni è giugno: il mese prima le liste dovranno essere presentate ufficialmente e quello prima ancora (aprile) bisognerà farle materialmente. A marzo dovranno essere celebrate le Primarie. Il tempo della riflessione è terminato per tutti. Nicola Ottaviani intende costruire una coalizione con questi punti fermi: Lega, Forza Italia, Udc, Lista Ottaviani, Lista per Frosinone, Frosinone Capoluogo. E altre due civiche, una delle quali di riferimento del candidato sindaco.

Probabilmente proverà a convincere anche Coraggio Italia. Per questo ha intenzione di chiedere risposte definitive a chi al momento non ha ancora sciolto la riserva. Perché in ogni caso ci sono spazi per ulteriori liste e candidature al Consiglio comunale. Giorni decisivi per capire cosa faranno a Frosinone Fratelli d’Italia, Polo Civico e Lista Tucci.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright