La vendetta di Michele: 1-1 e palla al centro dopo 5 anni

Michele Marini sbatte la porta in faccia a Fabrizio Cristofari. Deve rivedere i conti chi sperava che potesse azzerare le distanze il colloquio tra l’ex sindaco e l’ex segretario politico del Pd che gli voltò le spalle cinque anni fa, contribuendo a fargli perdere l’elezione bis.

Marini lo ha messo in chiaro l’altra sera nel corso della cena con Simone Costanzo ( Leggi qui). Soprattutto gli ha detto che lunedì non parteciperà alla riunione del Direttivo che ufficializzerà l’investitura del primario. «E’ un argomento che non condivido: che vado a discutere?»

Una posizione che ha confermato in queste ore a Il Messaggero:

«Non riconoscevo Cristofari come candidato alle primarie del Pd, figuriamoci se posso riconoscerlo come candidato a sindaco. Non cambio idea».

E le scuse pubbliche di Cristofari? «Sono un fatto personale, non politico»

Le scuse fatte adesso hanno il sapore della presa in giro per Marini. Ora che servono i suoi voti ed il suo appoggio personale per vincere le elezioni ci si è mossi. Lui si sarebbe aspettato che la cosa venisse gestita prima. Cioè quando la porta del Pd è stata spalancata al primario che nel 2012 l’aveva attraversata in uscita.

«Quando Cristofari ha deciso di tornare nel Pd era chiaro che in quel momento serviva un chiarimento, invece si è fatto finta di nulla. Adesso si chiede a me di dare una mano al partito perché, dicono, sarei indispensabile? Ma il vaso all’epoca si è rotto, i cocci sono ancora a terra e non sono io che devo ricomporlo».

La via a questo punto è tracciata. Michele continuerà la sua campagna quartiere per quartiere, palazzo per palazzo, circolo per circolo con gli anziani. E’ stata la sua forza. Rischia di essere la debolezza del Pd. Poi, in base alle sensazioni che riceverà, deciderà cosa fare. Se candidarsi a sindaco o scendere in campo a sostegno di un suo candidato.

Ma una cosa è sicura. Michele non sarà con il Pd in questa tornata elettorale. Non al primo turno. Non per ora. Uno a uno dopo cinque anni. E palla al centro.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright