Frosinone, Marzi verso il fronte. Abbruzzese e Vacana dietro le linee

Il nuovo incontro tra Marzi, De Angelis e Fantini. Gli hanno annunciato che chiederanno al Pd di candidarlo. Il ruolo di Mario Abbruzzese e Luigi Vacana, in una sfida cruciale per entrambi

Domenico Marzi viaggia verso il fronte elettorale che potrebbe vederlo come candidato sindaco della città già amministrata per due mandati. Nel pomeriggio c’è stato un nuovo incontro con il Segretario provinciale Pd Luca Fantini e con il leader Dem Francesco De Angelis: gli hanno comunicato che venerdì presenteranno all’Assemblea degli iscritti al Circolo il mandato per chiedere a Marzi di accettare il ritorno in campo.

Domenico Marzi

Nelle ore scorse sono arrivati gli altri Si incondizionati a quell’ipotesi di candidatura. Angelo Pizzutelli, l’uomo dalle mille preferenze e che era schierato su Mauro Vicano, ha detto che sosterrà Marzi ad occhi chiusi. L’intero gruppo dirigente del Pd è pronto.

E Marzi? Nell’incontro di oggi ha preso atto della situazione. Non è di primo pelo. Aspetterà la decisione del Pd. E poi si prenderà un paio di giorni per decidere. Molti dipenderà dal modo in cui il Partito scioglierà nelle prossime ore il nodo candidatura.

La nuova vita di Abbruzzese

Le comunali di Frosinone sono un terreno per esperti. Due dei quali non hanno mai partecipato in maniera così diretta. È il caso di un politico di lungo corso come Mario Abbruzzese, dirigente regionale di Cambiamo di Giovanni Toti. Ed è il caso di Luigi Vacana, consigliere provinciale da tre mandati consecutivi nonché uomo in grado di tenere insieme un vasto mondo di sinistra.

Giovanni Toti e Mario Abbruzzese (Foto Giorgio Di Cerbo / Aif)

Mario Abbruzzese ha ben chiaro che la vetrina del capoluogo è importante. Vuole mettere in piedi una lista di centro nella quale candidare non soltanto uomini di Partito ma pure persone che magari hanno difficoltà a riconoscersi in uno schieramento di centrosinistra dopo aver passato un’intera vita politica nel centrodestra.

Si è messo in moto. Sta contattando diversi esponenti della vita politica del capoluogo e alla fine sarà tra i protagonisti della corazzata che il centrodestra sta mettendo in campo a sostegno di Riccardo Mastrangeli. Per uno come Mario Abbruzzese non c’è più niente da dover dimostrare: la carriera politica l’ha fatta, anche se non dà la sensazione di volerla terminare. Però nel capoluogo vuole lasciare il segno e dimostrare al coordinatore provinciale della Lega e sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani che c’è bisogno pure di lui. Sta lavorando dietro le quinte con grande efficacia.

E quella di Vacana

Luigi Vacana è ormai un esperto di incursioni di posizionamento elettorale. Da tre elezioni alla Provincia dimostra di essere fondamentale per il centrosinistra e per il presidente Antonio Pompeo. Mettendo in campo una lista che ha visto insieme il Psi, l’ala dell’eurodeputato Massimiliano Smeriglio e importanti settori di sinistra.

In virtù dei risultati elettorali ottenuto grazie ai voti ponderati ha ottenuto cariche prestigiose come il presidente del consiglio provinciale e il vicepresidente dell’ente. Adesso ha la delega a quella che potremmo definire la rappresentanza istituzionale dell’ente.

Al Comune di Frosinone era pronto a sostenere Mauro Vicano. Adesso ha capito che può rappresentare un valore aggiunto fondamentale per Domenico Marzi. Probabilmente candiderà anche Giuseppe Patrizi e qualcuno scommette pure su Ombretta Ceccarelli. Indubbiamente esponenti politici con un passato di centrodestra.

Effetto trasversale in piena regola.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright