Un Frosinone a forza 5 archivia la pratica Monopoli

Frosinone a forza 5. Il Monopoli resiste solo 20 minuti. I Canarini accedono al quarto turno di Coppa Italia: eguagliato il record. Prossima sfida contro il Parma al Tardini il 4 dicembre.

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi; Salvi, Brighenti, Ariaudo, Beghetto (20’ st Zampano); Haas (14’ st Tribuzzi), Maiello (30’ st Vitale), Gori; Ciano; Citro, Trotta.

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Verde, Bessa, Matarese, Obleac, Krajnc, Eguelfi.

Allenatore: Nesta.

MONOPOLI (3-4-1-2): Menegatti; De Franco, Ferrara, Mercadante; Rota, Hadziosmanovic, Giorno, Donnarumma; Tuttisanti (20’ st Carriero); Cuppone (28’ st Zampa), Mendicino (7’ st Maistrello).

A disposizione: Antonino, Arena, Cavallari, Antonacci, Mariano, Fella, Carannante.

Allenatore: Roselli.

Arbitro: sig. Fabio Maresca della sezione di Napoli; assistenti sigg. Rodolfo Di Vuolo della sezione di Castellammare di Stabia (Na) e Valentino Fiorito della sezione di Salerno; Quarto uomo il sig. Luca Massimi della sezione di Termoli (Cb).

Marcatore: 31’ e 35’ pt Trotta, 12’ st Ciano, 23’ st Citro, 29’ st Brighenti, 37’ Ferrara.

Note: spettatori: 4.109 (di cui 216 da Monopoli) per un incasso di euro 27.510,00; angoli: 5-2 per il Frosinone; ammoniti: 27’ pt Trotta, 37’ Gori, 39’ st Carriero, 44’ st Vitale; recuperi: 1’ pt, 2’ st; premiato tra il primo e il secondo tempo Fabio Di Pietra, tifoso vincitore del contest sulla App del Frosinone Calcio.

Piovono gol al ‘Benito Stirpe’. Il Frosinone batte 5-1 un Monopoli che pure nei primi 20’ non aveva affatto sfigurato e conquista il quarto turno di Coppa Italia, da giocare il 4 dicembre al ‘Tardini’ di Parma. Una doppietta dello scatenato Trotta manda il Frosinone al riposo sul doppio vantaggio. Poi i gol di Ciano, Citro e Brighenti mettono il sigillo ad una sfida a senso unico. Per il Monopoli gol della bandiera realizzato a 8’ dal 90’ da Ferrara.

SCHIERAMENTI SPECULARI

Frosinone-Monopoli

Le due formazioni si presentano in campo con atteggiamenti speculari: 3-4-1-2 per Nesta e per Roselli. Nel Frosinone out Paganini, Dionisi, Capuano, Szyminski e Rohden per motivi vari. Nesta schiera la stessa formazione che ha battuto la Carrarese con la variante del neo acquisto Haas che nella posizione di intermedio di destra rileva Paganini. Quindi Bardi tra i pali, Salvi e Beghetto sulle corsie laterali, Ariaudo e Brighenti al centro. A centrocampo, detto dell’ex rosanero, Maiello è il mediano basso, Gori intermedio di sinistra e Ciano trequartista. Davanti l’accoppiata Citro-Trotta.

Il Monopoli si presenta con Melegatti tra i pali, Ferrara è il perno della difesa, Mercadante e Franco sono i bracci corti della difesa. Rota e Donnarumma sono i laterali, Giorno e Hadziosmanovic i centrali di centrocampo, Tuttisanti (che sei alterna con Giorno nella posizione di trequartista) alle spalle di Cuppone e Mendicino.

IL MONOPOLI NON SFIGURA

Un giro di lancette, Brighenti si rifugia col fallo su Cuppone sotto la tribuna centrale. Sulla palla va Giorno, la difesa canarina salva in angolo, libera bene Ariaudo ma la traiettoria aveva già varcato la linea. Il primo tiro tra i pali è del Frosinone con Ciano, palla servita da Salvi con un ottimo break sull’out di destra, sinistro del trequartista campano e presa bassa di Melegatti.

Frosinone-Monopoli

Frosinone vicinissimo al vantaggio poco prima del 7’, manovra tutta di prima e gran botta di Beghetto da buona distanza, palla non lontano dal palo alla sinistra di di Melegatti. Piovono palloni nell’atra pugliese, manca ancora la stoccata decisiva sui palloni che Salvi e Beghetto fiondano con una discreta continuità in questo avvio. Al 10’ pericolo per il Frosinone: palla telecomandato di De Franco, Brighenti e Ariaudo si vedono aggirare alle spalle dall’intraprendente Cuppone, Bardi è oltre la linea dell’area piccola ma l’attaccante gli telefona in pallone tra le braccia. Il Frosinone risponde con un buon lavoro di Trotta che in area si fa spazio, sinistro in giravolta e parata bassa di Melegatti.

Ancora pericolosa la squadra di Nesta, parabola su punizione di Ciano sotto la Tribuna Est, inserimento di Brighenti, colpo di testa alto un metro. E’ il Frosinone che mena le danze ma la formazione di Roselli non disdegna di punzecchiare: al 15’ Donnarumma scappa a Salvi, tracciante sul vertice alto dell’area piccola, Mendicino colpisce di testa e pallone che non termina lontano dal palo alla destra di Bardi.

Salvi si fa perdonare ma solo per l’intenzione: angolo di Ciano, l’ex del Palermo colpisce bene di testa ma il pallone sfila di poco fuori con Citro che non ci arriva per il tap-in.

DOPPIO TROTTA

Frosinone compassato ma c’è anche una ragionevole spiegazione: i canarini cercano e non sempre trovano lo spazio del passaggio nelle fitte maglie di un Monopoli che in fase di non possesso si difende a cinque e chiude tutti i boccaporti davanti a Melegatti.

Al 25’ una pallonata fortuita nelle parti basse di De Franco permette un mini-break che i 22 in campo sfruttano per un po’ di refrigerio. Poco prima della mezz’ora Ciano dà l’impressione di cercare il passaggio, dalla sua parte Donnarumma si rilassa, il fantasista campano va al tiro col pallone che dà l’illusione dell’eurogol. E’ un attimo perché il Frosinone passa. Al 31’ il pallone gira dalla parete di Beghetto, cross di interno di sinistro per Trotta che replica il movimento di qualche minuto prima con la variante più attesa: il gol di sinistro, pallone di precisione laddove Melegatti non arriva.

Il goal di Trotta

L’attaccante campano ritrova il gol a 16 mesi dalla doppietta al Sassuolo il 29 aprile 2018. Il Frosinone sulle ali del vantaggio si scatena: Salvi serve un gran pallone per il terzo tempo di Trotta, Melegatti con un balzo evita il gol, arriva Ciano in scivolata e il portiere salva ancora con un altro miracolo, quindi salva in angolo Mercadante. Il raddoppio è nell’aria: rimpallo fortunoso in area pugliese, Trotta con il piattone sinistro infila il raddoppio e la sua doppietta personale. Esaltato dai gol, Trotta sente il profumo della tripletta: stavolta a due passi dalla porta stoppa di coscia e ci prova di destro ma salva Mercadante.

Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi.

CIANO CHIUDE I GIOCHI

Si riparte con una interessante iniziativa di Haas (positivi i suoi primi 45’, un giocatore tatticamente intelligente), palla troppo stretta su Melegatti. Meno di 2’, duetto Citro-Trotta, palla leggermente lunga per la punta ex Sassuolo. Ripartenza veloce del Monopoli con Mendicino, scuola Lazio di diverse stagioni fa, palla per l’avvitamento di Cuppone e palla ampiamente fuori. Un minuto dopo, corre il 3’, ancora Mendicino per Cuppone, Salvi con una calma imperiale anticipa la punta dei pugliesi e lo supera in tunnel.

Frosinone-Monopoli

Il Monopoli reclama in rigore che non c’è. Rosello lancia Maistrello per Mendicino un po’ in ombra. Il Frosinone riprende a far girare il pallone già dal primo tocco, Nesta chiede la ricerca dell’intesa e circolazione continua di palla. Per Maiello & soci è come andare a nozze. Un po’ di impaccio nel cuore della difesa pugliese, Donnarumma serve un pallone maligno a Melegatti da due metri, il portiere si salva di piede.

Ma il 3-0 è pochi secondi: la difesa del Monopoli sbaglia la ripartenza con Hadziosmanovic, Citro si infila e serve Ciano, tre metri dentro l’area e sinistro ad incrociare, palla alle spalle di Melegatti. Entra Tribuzzi per Haas tra i canarini, applausi per lo svizzero che ha rotto il ghiaccio in maniera egregia.

CITRO FA POKER. CINQUINA DI BRIGHENTI

Al 20’ doppio cambio: nel Frosinone entra Zampano che rileva i compiti di Beghetto a sinistra (per il terzino genovese seconda gara ufficiale da mancino), nel Monopoli fuori Tuttisanti e dentro Carriero. Il tempo di acclimatarsi per tutti, il Frosinone fa poker: Ciano ciondola da destra, palla per Trotta che fa velo per Citro, sinistro imparabile che fredda Melegatti.

Al 25’ Trotta se ne va solitario verso la porta avversaria, sul tentativo di chiusura di De Franco spara una bordata di sinistro che Melegatti devia, Ciano anticipato da Mercadante in angolo. Frosinone padrone assoluto del campo. Terzo cambio nel Monopoli, esce Cuppone ed entra Zampa.

E il Frosinone, che conquista una punizione sotto la Tribuna Est, va sul 5-0: parabola disegnata da Ciano, Brighenti si defila al momento giusto e batte di testa Melegatti sul primo palo. Spazio nel frattempo a Vitale che entra al posto di Maiello alla mezz’ora.

GOL DELLA BANDIERA

C’è gloria per il Monopoli: punizione di Donnarumma sotto la Tribuna Centfrale, difesa schierata in forza massima ma Ferrara anticipa tutti e di testa va a togliere le ragnatele sotto l’incrocio alla destra di Bardi. Frosinone-Monopoli 5-1. Al 43’ bella azione di Tribuzzi che taglia da sinistra al centro, bella finta e staffilata di sinistro ma il pallone si impenna sulla traversa. Il Frosinone chiude in attacco, il fischio finale consegna kil passaggio del turno e ancora buone indicazioni per Nesta. E tra otto giorni è campionato.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright