Frosinone – Terremoto politico in vista per la segreteria Venturi

ALESSANDRO REDIROSSI per L’INCHIESTA QUOTIDIANO

FROSINONE – In vista un terremoto politico e forti grattacapi per la segreteria cittadina di Norberto Venturi a Frosinone. I rumors che circolano in vista della direzione del circolo cittadino di stasera. Riunione convocata per discutere tra le altre cose della strategia da seguire in Consiglio comunale, per quanto riguarda l’opposizione a Ottaviani in crisi di numeri e contestato dai cittadini sul pacchetto urbanistico.

Ma l’incontro rischia di essere pesantemente dominato dall’esplosione di malumori mai sopiti. L’accordo fra le varie mozioni per sostenere la candidatura unitaria di Venturi (non fu condivisa solo da Frosinone Possibile, prima dell’uscita di diversi elementi di quell’area dal Pd per aderire al movimento di Civati) potrebbe stasera subire infatti una fortissima scossa. Un cammino, quello della segreteria Venturi, che si è complicato notevolmente dopo l’ingresso nel Pd di Domenico Marzi: un’operazione politica targata Francesco De Angelis che aveva visto, nel giorno delle celebrazioni dell’ex sindaco, i Socialisti in prima fila. L’asse De Angelis – Schietroma e le modalità di ingresso di Marzi non erano affatto piaciute all’area Scalia e anche ad altre anime del circolo cittadino.

Si era parlato quindi anche di “un colpo di mano” (sottolineando che l’operazione non era stata discussa nel circolo) ed era stato chiesto a Venturi di prendere nette posizioni su quell’operazione a garanzia dell’accordo per il congresso unitario. Poi erano andati in scena scontri a distanza fra Marzi e Marini, fra Marini e i Socialisti, fra Dem dell’area Scalia e il Psi. Fino ad arrivare anche a un documento, sostenuto da diverse sottoscrizioni (tutte facenti riferimento ad aree lontane da quella di De Angelis) per ristabilire le modalità di azione per le allenze del Pd cittadino in vista delle prossime elezioni, ponendo al centro il ruolo del segretario cittadino (Venturi) e del capogruppo consiliare (Marini). Ora sotto accusa, anche sulla scorta di divisioni e malumori, è finita la stessa azione del circolo e del segretario Venturi. C’è chi (anche tra i consiglieri comunali, a quanto pare) giudica insufficiente l’azione messa in campo dalla segreteria Venturi in termini di opposizione all’amministrazione Ottaviani. Si criticano alcune scelte organizzative, si chiede più dinamismo del circolo cittadino e si lamenta un appiattimento dell’azione del segretario e del circolo sui desiderata della mozione De Angelis. Poi c’è la grande agitazione che circonda le vicende provinciali, gli stracci volati nell’ultima direzione provinciale, l’eterna lotta De Angelis- Scalia, il malcontento di chi chiede subito un nuovo congresso provinciale e la testa degli attuali vertici provinciali dopo la debacle delle ultime elezioni amministrative (e che a quanto pare non sarà accontentato). Insomma il vaso di Pandora sarebbe pronto a schiudersi e non si può escludere che la segreteria Venturi stasera possa perdere qualche pezzo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright