Fumata grigia: verso l’intesa M5S-Pd. Zingaretti: «Penso di poter costruire l’accordo»

Svolta decisiva verso il possibile nuovo governo M5S - Pd. Nuovo incontro alle 21 tra Zingaretti e Di Maio. Il Segretario Dem sta riferendo al Nazareno

Fumata grigia: si va verso un Conte bis, sostenuto da Movimento 5 Stelle e da Partito Democratico. Il cauto ottimismo arriva da fonti del M5S, al termine del nuovo confronto tra il Segretario nazionale Pd ed il capo della formazione pentastellata.

Nicola Zingaretti in questo momento è rientrato al Nazareno per confrontarsi con i suoi dopo aver ascoltato le condizioni poste da Di Maio. Ma, raccontano alcune fonti a 5 Stelle, “il veto sta per cadere“.

Il vertice M5S, a quanto si apprende, avrebbe ‘sdoganato’ l’accordo col Pd su Conte premier, ma attraverso un passaggio sulla piattaforma Rousseau. Tuttavia, per la consultazione online degli iscritti sussisterebbe un problema ‘tecnico’ legato ai tempi.

Fonti del Partito Democratico si limitano a confermare che ci sarà un nuovo incontro tra Pd e M5S questa sera alle 21. Ed a questo nuovo tavolo ci saranno anche il vicesegretario Dem Andrea Orlando ed il premier Giuseppe Conte con Luigi Di Maio per il Movimento 5Stelle.

Al Nazareno sono arrivati Graziano Delio, Andrea Orlando, Antonio Misiani, Piero Fassino e altri ancora. Al suo ingresso, Nicola Zingaretti ha detto che «Finalmente il confronto è partito e questo è già un fatto positivo. Siamo sulla strada giusta. penso di poter costruire questo accordo».

Ad imporre un’accelerazione è stato l’intervento del Capo dello Stato. Sergio Mattarella ha imposto di sapere entro la serata se ci fossero o meno le condizioni per un secondo giro di consultazioni al Quirinale. Oppure se dovesse procedere con la formazione di un governo elettorale per andare a nuove elezioni.

Le consultazioni bis si terranno. Partiranno domani alle 16 con una telefonata al presidente emerito Giorgio Napolitano. Poi Sergio Mattarella riceverà alle 16 la presidente del Senato Elisabetta Casellati ed alle 17 incontrerà il presidente della Camera Roberto Fico. La prima giornata di consultazioni si concluderà con l’incontro tra il presidente della Repubblica e il gruppo misto del Senato (ore 18.20) e il gruppo misto della Camera (18.40). 

Il 28 agosto i primi ad essere ascoltati saranno i parlamentari di Liberi e Uguali, alle 10.30. A seguire verranno ricevuti i Fratelli d’Italia. Invece nel pomeriggio i colloqui riprenderanno alle 16 con i gruppi del Pd e poi a seguire i rappresentanti di Forza Italia. Chiuderanno le consultazioni la Lega ed infine il Movimento 5 Stelle. 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright