Addio amaro Partito, Germani lascia Forza Italia

Terremoto in Forza Italia: Gianfranco Germani sbatte la porta e se ne va. Lascia l’incarico e pure il Partito. Era uno degli storici fondatori della prima Forza Italia in provincia di Frosinone, insieme ad Antonello Iannarilli, Mirella Colantonio, Gianluca Quadrini.

 

La lettera di dimissioni è arrivata in mattinata al coordinatore provinciale Pasquale Ciacciarelli.

 

Germani era uno dei membri del pletorico coordinamento provinciale di Frosinone (leggi qui Todos caballeros – Pioggia di nomine in Forza Italia).

 

A lui era stato affidato il coordinamento del Collegio elettorale di Sora (quello che va da Belmonte Castello a Ceprano). È un incarico strategico. O almeno un tempo lo era: da lì, ad esempio, era partita la scalata di Gianluca Quadrini, prima alla Provincia di Frosinone, poi alla giunta provinciale, fino ad arrivare alla guida della Comunità Montana di Arce.

 

Un primo segnale di rottura c’era stato nelle scorse settimane. Gianfranco Germani era andato su tutte le furie quando aveva letto su Alessioporcu.it che era stato nominato un nuovo vice coordinatore provinciale e che era di Sora. Cioè del suo Collegio. Ma nessuno né gli aveva chiesto un parere né aveva avuto il buon gusto di informarlo con anticipo, almeno per garbo istituzionale. (leggi qui ‘Ciacciarelli troppo affaticato, nominato il sesto vice coordinatore)

 

Ora il nuovo colpo. Le indiscrezioni parlano di una insanabile divergenza politica sulle prossime elezioni comunali di Arte.

 

In mattinata sono già partite le telefonate diplomatiche di Ciacciarelli e soprattutto di Mario Abbruzzese. Ma Germani ha detto che non intende ritirare le dimissioni. E tantomeno rientrare.

§

Foto: Roberto Bove

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright