Gli Orizzonti di Gaeta dopo Mitrano: c’è Claudia?

Il centrosinistra gioca la carta usata da Mitrano 13 anni fa: un'associazione. Per spianare la strada verso le elezioni. Niente ulivismo: il centrosinistra è cambiato troppo. Ipotesi suggestive: Claudia Magluzzi a sinistra e Cristian Leccese per l'eredità di Cosimino

La sabbia nella clessidra è scivolata via. Non c’è più. E nemmeno c’è più la pazienza e la voglia di aspettare.  Pezzi importanti del Pd di Gaeta hanno rotto gli indugi: “Il Segretario regionale  del Pd Bruno Astorre commissari il Partito che continua a flirtare con il sindaco di Forza Italia Cosimino Mitrano”.

C’era un parterre di primo piano l’altra sera presso lo studio dell’avvocato Lino Magliuzzi nella  parte terminale di Corso Cavour a Gaeta. Piaccia o non piaccia, c’era il centrosinistra della città, stanco di non aver visto il simbolo del Pd sulla scheda elettorale alle amministrative svoltesi dal 2008 in poi. Il Partito è pronto a rendere più effervescente il dopo Mitrano che scatterà con il voto della primavera 2022

Nuovi Orizzonti per il Pd

Lino Magliuzzi

La richiesta di commissariare il Pd era stata avanzata nei giorni scorsi. (Leggi qui “Commissariate pure noi. E salvateci dall’inciucio con Mitrano”).

Ora gli ex sindaci Silvio D’Amante e Salvatore  Di Maggio, gli ex presidenti del Consiglio comunale Damiano Di Ciaccio e Lino Magliuzzi, gli ex consiglieri comunali Augusto Narducci e Marina Costabile (cognata dell’ex  primo cittadino Anthony Raimondi) hanno deciso di dar vita ad un’associazione, il cui nome è Orizzonti.

Punta a trasformarsi nel principale contenitore elettorale alternativo al centrodestra di Mitrano e del suo successore. Che potrebbe essere l’imprenditore Cristian Leccese. È presto per dirlo ma questo schieramento (“che non è solo del Pd, ci mancherebbe”) intende attuare la stessa strategia usata da Mitrano nel 2007. In pratica, un’associazione di area ma sganciata dai Partiti in modo da poter aggregare anche il mondo dei civici, refrattari alla Politica.

L’esperimento di 13 anni fa funzionò e Mitrano, dopo cinque anni di dura opposizione, mise all’angolo il sindaco italo-americano Anthony Raimondi.

Non sarò io il candidato

Cosmo Mitrano, sindaco di Gaeta

Le enunciazioni  ecumeniche che sono alla base dell’associazione Orizzonte le ha scritte l’avvocato Magliuzzi, uno dei penalisti più noti della provincia di Latina che “guarda sempre a sinistra”; mentre  lo zio, Erasmo Magliozzi (è corretto questo cognome perché la ‘u’ del nipote fu un errore mai sanato all’Anagrafe del comune di Gaeta), dopo un cursus honorum nella destra più Almirantiana che si conosca, è diventato senatore per la nascente Alleanza nazionale la notte del 27 marzo 1994

L’avvocato Magliuzzi (quello di centrosinistra) ha subito  messo il carro davanti ai buoi: “Non cominci a scrivere che io sarò il candidato a sindaco perché non sarà così. Per tante e mille ragioni. Politiche e anagrafiche. Ho dato solo una mano agli amici ad abbozzare lo Statuto dell’associazione che al momento resta tale”.

A questo tavolo c’era anche la figlia dell’avvocato Magliuzzi, Claudia, che il suo vero esordio elettorale l’ha compiuto alle regionali del 4 marzo 2018 candidandosi con Liberi e Uguali e sostenendo alla presidenza Nicola Zingaretti. Sarà o potrebbe essere le la “carta” che intende giocare il fronte progressista per battere il monopolio amministrativo di Mitrano?

Niente Ulivo, please

Salvatore Di Maggio

L’associazione non intende emulare esperienze uliviste 4.0. È consapevole che il mondo non è più lo stesso del 1994 quando Gaeta scelse un sindaco del Pds come Silvio D’Amante.

Ora il centrosinista non esiste quasi più. Merito anche del sindaco che ha saputo inglobarne i pezzi più rappresentativi all’interno della sua amministrazione centrista. Come è avvenuto con la presidente del Consiglio comunale Pina Rosato

Ciò che resta del centrosinistra prova a ripartire. Investendo sul sistema di Cosimino: si può battere con l’usato sicuro.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright