Grazie principe, ora mi sembra tutto più normale

Senza ricevuta di ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Il libro del principe Harry: la cosa migliore per scoprire che i nostri casini in famiglia non sono poi così strani

Clicca qui per ascoltare

Chi ha letto dalla prima all’ultima riga Spare, l’autobiografia del principe Harry, assicura che ci sia molto più delle calcolate anticipazioni fatte filtrare nei giorni scorsi per incuriosire i lettori. E spingerli all’acquisto del libro. Si fa, funziona così.

C’è molto di più. E molto di più profondo, assicurano. Noi che siamo più frivoli e dei problemi interiori ci facciamo bastare i nostri, ci siamo accontentati della parte superficiale. Quella cioè che ha tutta l’apparenza della vendetta, della ruota di scorta che non si sente considerata quanto il motore, l’aerodinamica, gli accessori…

È l’antica storia del corpo umano, nel quale degenerò la discussione tra gli organi per stabilire chi di loro fosse il più importante: cuore, cervello, polmoni, reni, discussero per ore. E non calcolarono per niente, nonostante cercasse di parlare e dire la sua, il buco… l’ultimo pezzo di intestino. Che stanco di non essere ascoltato si mise a scioperare: e dopo pochi giorni di stipsi e costipazione… tutti allora ne capirono l’importanza. La morale: se non fa lo st… upido non ti danno retta.

Harry ha tirato fuori di tutto: la matrigna Camilla che passava le notizie sottobanco su Diana per costruirsi una nuova immagine, i figli che chiedono al padre di non sposarla, lui completamente anaffettivo che racconta ai ragazzi la morte della mamma senza alcuna emozione. La lite violenta tra i fratelli. Con particolari che servono secondo alcuni a liberare Harry dai suoi traumi, secondo altri a fare lo sciopero del buco… dell’intestino.

A noi la discussione non appassiona e non compreremo il libro. Ma lo ringraziamo lo stesso per averlo scritto. Ha confermato il valore della saggezza contadina, che di fronte all’invidia verso le cose belle in casa d’altri, ricordava sempre Non invidiate perché dentro ogni casa ci sta una croce.

Considerate quelle che stanno nella famiglia reale, quelle nelle nostre case da oggi ci sembrano più normali, più accettabili. Grazie Harry.

Senza Ricevuta di Ritorno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright