I ‘Mariolini’, le nuove assunzioni e ciao ciao penalina

Centrodestra effervescente. Al palo il progetto di Leone. ma potrebbe far parte della sua strategia. Il sindaco si prepara ad affrontare il Consiglio sul Bilancio. Nel frattempo sparisce la penalina

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

Nell’ambiente politico li hanno ribattezzati i “Mariolini“: sono coloro che hanno firmato l’appello di Benedetto Leone “X un’altra Cassino“. Cioè il progetto politico che punta a riaggregare il Centrodestra ed a rinnovarlo per poterlo schierare alle prossime elezioni Comunali. (Leggi qui L’Altra Cassino di Benedetto Leone).

Quasi un mese è trascorso dalla conferenza che l’ex vicesindaco di Cassino ha tenuto al teatro Manzoni di Cassino, ma le reazioni del Centrodestra sono state tiepide. Per usare un eufemismo. Qualcuno commenta con ironia: “La conferenza di Leone? Come scrivere Ti amo sulla spiaggia. In poco tempo l’acqua cancella la scritta. Era evidente che quel progetto non poteva avere nessun seguito, perché di innovativo non c’era proprio nulla. Era semplicemente la squadra di quel che è rimasto a Mario Abbruzzese: i Mariolini, chiamiamoli così“.

La pazienza di Leone

Invece è convinto con fermezza del suo progetto politico, Benedetto Leone. Il paradosso è che se i Partiti non dovessero accettare il suo invito, potrebbe presentarsi come il vero rinnovamento del centrodestra proprio in virtù di quelle defezioni.

Punta sul caos che in questo momento regna nei Partiti tradizionali. Infatti, la Lega è sparita dal Consiglio comunale a causa dell’uscita decisa dai consiglieri Franco Evangelista e Michelina Bevilacqua; il Carroccio è evanescente anche a livello di circolo locale.

Cerca di accasarsi in Fratelli d’Italia Franco Evangelista ma non trova offerenti. Scommette sulle differenti sensibilità interne tra il vice presidente provinciale Gabriele Picano e la portavoce locale Angela Abbatecola. Nei mesi scorsi Evangelista è riuscito ad urtare entrambi in eguale misura. Si era tesserato a Fratelli d’Italia ma on line. Poi aveva incontrato i dirigenti provinciali del Partito e con loro aveva reclamato il ruolo di Coordinatore cittadino del Circolo di Cassino. Quando gli è stato fatto presente che FdI è un Partito e le cariche le assegnano i Congressi, Evangelista non ha rinnovato la tessera.

Evangelista ci riprova

Adesso ci riprova. Bussa. Alla porta di entrambe le sensibilità politiche. Franco Evangelista manda a far sapere ai giornali che venerdì 10 giugno partecipa alle ore 18 presso il Palazzo Badiale di Cassino al convegno promosso insieme all’Associazione Democrazia e Partecipazione. Riguarda i Consorzi di bonifica. Ad invitarlo è stato personalmente l’avvocato Gabriele Picano, che chiuderà la giornata insieme al senatore Massimo Ruspandini.

A seguire, il consigliere Evangelista però parteciperà anche ad una riunione con Angela Abbatecola. Lì si farà il punto sulle criticità del mercato settimanale di Cassino.

Il consigliere gioca a fare il disinteressato. “Quello dei Consorzi di bonifica è un problema per i cittadini che va affrontato, per questo vado, idem per quel che riguarda il mercato”.

Verso il Bilancio

Il sindaco Dem Enzo Salera da parte sua è impegnato in questi giorni a serrare le fila della sua squadra perché mercoledì prossimo approda in Aula il Bilancio previsionale. C’è tempo fino a mezzanotte per presentare gli emendamenti e l’opposizione si prepara alla battaglia in Aula.

Oggi e martedì sono in programma due riunioni di maggioranza per fare il punto sul previsionale che approderà in Aula. Con l’approvazione del Bilancio il Comune potrà procedere ad ulteriori assunzioni: ne sono state previste 21 nel piano di fabbisogno del personale approvato dalla giunta e si andranno ad aggiungere alle oltre 40 fatte nel 2020 e nel 2021 che hanno notevolmente svecchiato la macchina amministrativa del Comune di Cassino.

Fine della Penalina

Nel frattempo sparisce uno dei temi che nelle settimane scorse aveva innescato non pohe polemiche. È la penalina per chi restava nei parcheggi a pagamento oltre l’orario: prevedeva la possibilità di pagare il il tempo supplementare, con in più una piccola penale.

Quella ‘penalina’ era finita sotto la lente di ingrandimento del comandante della polizia locale Pasquale Pugliese. Aveva ritenuto legittima la sosta breve cioè la possibilità per gli automobilisti di usufruire dei primi dieci minuti di sosta gratuita; ma aveva bocciato la possibilità di integrare il ticket giornaliero per chi resta in sosta dopo il periodo che aveva pagato.

Il nuovo ccordo ha soppresso in modo definitivo la penalina, sostituendola con una contravvenzione piena.

Il Comandante è legittimo

A proposito del comandante, il Comune nelle ore scorse ha confermato la regolarità delle sue funzioni. “La nomina – ha confermato il Comune – è legittima, efficace e valida ai sensi delle vigenti normative in materia e della costante giurisprudenza intervenuta per medesime fattispecie.

Il dottor Pugliese è un ufficiale di ruolo della Polizia Locale della città di Benevento, assunto a tempo pieno ed indeterminato è stato reclutato a seguito di Concorso Pubblico. Nel 2021 è stato alle dipendenze della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino.

Il Comune evidenzia che “Svolge il ruolo di Comandante già da 4 anni ed è in possesso di tutti i requisiti di legge per poter svolgere il ruolo di Dirigente Comandante. Ma questo Comune per ragioni finanziarie non può prevedere al momento la dirigenza”. Insomma: non lo nominano dirigente ma può farlo.  

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright