I titoli dei giornali di giovedì 6 giugno 2019

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina giovedì 6 giugno 2019 e riassunti da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina giovedì 6 giugno 2019 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Appalti pilotati, posti garantiti

Cervaro. Dall ’operazione “Malaffare” importanti dettagli sul modus operandi: a pesare le intercettazioni ambientali e telefoniche. Per i magistrati l’aggiudicazione della gara era legata alla promessa di assunzioni. Chi veniva preso, però, doveva assicurare il voto

Donna muore, indagato il marito

Ferentino. Decesso in ospedale dopo il ricovero. Effettuata l’autopsia disposta dal magistrato sulla pensionata. I sospetti dei figli che denunciano il padre. L’uomo respinge ogni accusa sostenendo che la moglie è caduta

Ballottaggio, ancora 48 ore di fuoco

Cassino. Ultimi colpi a suon di… cultura. Salera e Abbruzzese si sfidano a distanza sui temi caldi. Domani i comizi finali. La “lettera” di Petrarcone continua a far discutere. Alcuni dei suoi candidati la sottoscrivono e rilanciano

Paolo e Mario: non siamo stati noi

Alatri. In Corte d’assise il processo per l’omicidio Morganti è alle battute finali: resta un solo teste da sentire. I due imputati hanno scelto di rendere spontanee dichiarazioni per ricostruire la notte dell’aggressione

205 anni di legalità nel segno dell’Arma

La festa. Cerimonia per commemorare l’anniversario della Benemerita

Caserta sfuma. In pole ci sono Nesta e Bucchi

Frosinone Calcio. Il neo patron delle “vespe” Langella interrompe la trattativa tra il tecnico e il Frosinone. Riprende il toto allenatore. Nel mirino del direttore sportivo Ernesto Salvini: Bucchi, Nesta e Oddo

*

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

Morganti, la verità degli imputati

Processo sul delitto del giovane di Alatri: Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, accusati di omicidio, si discolpano davanti alla Corte e chiamano in causa i buttafuori del «Mirò»

Appalto rifiuti pilotato, indagati anche gli assunti

Cervaro: dopo gli arresti di sindaco e assessori coinvolti anche i beneficiari del posto di lavoro

Posto sotto sequestro l’impianto a biomasse della «Jmd Energy»

Frosinone. La struttura, a due passi dal Fornaci Village, è al centro di un lungo e controverso iter autorizzativo. Il caso al Tar

Il sindaco ammette: «Entrate in calo, Comune in difficoltà»

Frosinone. Sempre meno soldi, sempre meno personale. Traduzione: città paralizzata per opere pubbliche, manutenzione e tempestività nell’erogazione dei servizi. Non è una resa, ma è l’ammissione del periodo difficile cui si trovano le finanze cittadine.

Ballottaggio, due piazze contigue per l’ultimo comizio prima del voto

Cassino

Allenatore: niente Caserta, tutto da rifare

Eadesso che Caserta dopo Andreazzoli ha detto no, che succederà in casa giallazzurra? Il Frosinone adesso potrebbe andare su uno tra Nicola (miracolo Crotone), Oddo e Bucchi

*

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Esame stub per inchiodare il killer

Cronaca. Spari all’ex della compagna, proseguono le indagini sul tentato omicidio dopo l’arresto del 58enne. Domani la convalida. Giovanni Cambria sottoposto al test col tampone per accertare la presenza di tracce da sparo sulle sue mani

Studente picchiato dai bulli

Cronaca. L’aggressione è avvenuta all’uscita da scuola. Vittima un indiano di 17 anni. Il ragazzo é finito in ospedale col naso sanguinante. Indagini in corso della polizia

Scopre il ladro e viene preso a botte

Formia. Un ragazzo egiziano di 20 anni è stato arrestato con l’accusa di rapina impropria ai danni di un giovane di 28 anni. Il proprietario di un’auto parcheggiata nel centro della città ha aperto la macchina e ha trovato il malvivente

*

(direttore Davide Vecchi)

Atti vandalici, l’autore si autodenuncia

Per i danneggiamenti in viale Matteucci il giovane si è giustificato dicendo di aver agito dopo un litigio con la ragazza

*

(direttore Davide Vecchi)

Italia Nostra: stop al cemento nella zona termale

L’ex presidente nazionale, Oreste Rutigliano: “I vincoli non bloccheranno lo sviluppo, anzi accresceranno l’attrattività turistica”

*

Il Tempo K2(direttore Franco Bechis)

L’Europa ci impone un nuovo Monti

Procedura di infrazione. La Commissione conferma la stangata all’Italia per il debito. E chiede di tornare alla manovra del prof: legge Fornero spinta e tassa sulla prima casa

La rivolta del Centro contro «tavolino selvaggio»

Residenti del I Municipio pronti a scendere in piazza se non sarà limitato lo spazio per le sedute esterne

*

(direttore Claudio Cerasa)

Trojan del cambiamento e repubblica dello spazzacorrotti. Perché il caos al Csm svela il nuovo girone infernale della cultura del sospetto

A vederli così, stravolti e smarriti, attorno al tavolo tondo di Palazzo dei Marescialli, fanno quasi tenerezza. Sono lì che annaspano, che si affannano, che si gonfiano i polmoni di ipocrisia e di retorica, che tentano con i ditini alzati di farsi coraggio a vicenda dicendo che in fondo le mele marce sono solo cinque, che l’esplosione dello scandalo è stata devastante ma si può ancora risorgere, che non tutto è perduto perché la maggioranza dei magistrati è sana e ancora ispirata alla suprema virtù della legge.

Noa e il nostro terribile piano inclinato

Intervista a Theo Boer, già membro della commissione sull’Eutanasia in Olanda: “Noa avrebbe potuto riceverla, perché qui, partiti da casi estremi, ora la impartiamo anche ai malati psichiatrici (83 in un anno). Abbiamo organizzato la morte”

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Toghe e giornalisti. Nuova Tangentopoli

Scandalo giustizia. Non solo Palamara, ora spuntano soldi per altri giudici. E nella «cupola» strani incroci di potere

Conte schiacciato tra i suoi vice ora teme l’incidente in Aula

L’esecutivo traballa

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Il governo va alla guerra con i giudici

Mentre il CSM è in piena bufera. Salvini impugna le decisioni pro immigrati prese dai tribunali di Bologna e Firenze. E poi mette tre magistrati nel mirino dell’Avvocatura dello Stato: «Ideologicamente contrari alla nostra politica»

Stato e genitori han guardato Noa morire di sete

Stiamo creando una società che sopprime i deboli

*

Clicca qui per tutte le prime pagine nazionali

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright