I titoli dei giornali di mercoledì 13 Giugno 2018

I titoli dei quotidiani in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina di mercoledì 13 Giugno 2018 riassunti da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina mercoledì 13 giugno 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

*

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

Delitto Morganti, il processo resta qui

La decisione non è ufficiale, ma i legali assicurano che la Cassazione ha respinto l’istanza di spostare il procedimento sull’omicidio di Alatri per incompatibilità ambientale

SINOSSI

La decisione non è ufficiale, ma i legali assicurano che la Cassazione ha respinto la richiesta di trasferimento del processo sull’omicidio di Emanuele Morganti, avvenuto ad Alatri nella notte tra il 23 e il 24 marzo dello scorso anno. Il procedimento dunque resta al tribunale di Frosinone. L’istanza era stata presentata dai legali dei quattro indagati (Paolo Palmisani, Michel Fortuna, Mario e Franco Castagnacci) in occasione dell’udienza preliminare del febbraio scorso.

Tir si ribalta, l’A1 invasa dai cocomeri

Nel capoluogo. L’incidente nei pressi del casello autostradale del capoluogo: disagi e rallentamenti al traffico

Ponte Bailey, oggi il vertice a Roma dopo le polemiche

Frosinone. La Regione chiede di smontare la struttura per ultimare la bonifica del viadotto, il Comune replica: «Sì, se opera pronta a settembre»

Natalia, fattore Fiorito. Il candidato: «Rivendico la mia autonomia»

Anagni al ballottaggio. Una foto con l’ex consigliere regionale scattata prima del voto riaccende la polemica. Alleanze, Tasca: «Potrebbero esserci novità»

Il Cassino basket giocherà a Frosinone

La Virtus Cassino giocherà il suo primo campionato di A2 di basket al palasport di Frosinone. Perché per la federazione di pallacanestro le società, per giocare in serie A, devono disporre di una struttura di almeno duemila posti e l’impianto di Cassino, costruito nel 1967, è completamente insufficiente con i suoi 500 spazi.

Palermo-Frosinone, serve un’impresa

E’ arrivato il giorno della verità per il Frosinone che al Renzo Barbera (ore 20,30) davanti a circa 30.000 spettatori, troverà a sbarrargli la strada verso la Serie A, il Palermo dell’ex Roberto Stellone. Longo punta all’impresa. Dionisi, acciaccato, forse partirà dalla panchina

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

A Ferentino i conti non tornano

Elezioni comunali. Pasticcio nella sezione di Porciano: al consigliere Giancarlo Lanzi mancano 119 preferenze. Intanto dal confronto tra politiche e amministrative emerge il nuovo quadro provinciale. Liste civiche decisive.

SINOSSI
A due giorni dal voto ecco i risultati definitivi di Ferentino. Ma se la conferma del sindaco Antonio Pompeo è apparsa scontata sin dalle prime ore, ieri si è scoperto un giallo che potrebbe scompaginare il quadro degli eletti in aula. Il consigliere uscente Giancarlo Lanzi, della lista Partecipare, lamenta la mancata attribuzione in proprio favore di 119 preferenze.

La Cassazione: il processo non si sposta

Alatri Ora gli atti andranno al gup di Frosinone per la fissazione di una nuova udienza preliminare. Respinta l’istanza di trasferire il processo per l’omicidio del ventenne Emanuele Morganti in altra sede.

La lunga marcia per la salute

Ceccano. Corteo di protesta per dire basta alla puzza.

Dissesto, si scatena il fuoco incrociato/

Cassino. Oltre alle critiche che piovono dal centrosinistra anche Fratelli d’Italia intima l’alt al default. In attesa della relazione dei revisori, D’Alessandro media con la maggioranza: caos in FI, Lega sempre scettica.

Associazione mafiosa a Latina. Arrestata anche una frusinate

Nell ’inchiesta contro il clan Di Silvio tra i 25 arrestati risulta anche una Di Silvio di Frosinone. La Dda contesta l’associazione mafiosa.

Un Frosinone incerottato crede lo stesso nell’impresa

Serie B. Alle 20.30 i canarini di scena a Palermo per la finale d’andata. Longo senza tre titolari e con Maiello, Paganini e Dionisi non al meglio.

*

provincia-2(direttore Dario Facci)

In corteo per respirare

I sindaci di Ceccano, Supino, Patrica e Arnara stringono un patto di ferro per l’ambiente.

SINOSSI
Una grande manifestazione, partecipata da centinaia di persone, si è svolta ieri a Ceccano per dire “No” all’inquinamento
che sta soffocando il territorio. In prima linea i sindaci e i rappresentanti istituzionali di Ceccano, Patrica, Supino e Arnara che hanno stretto un patto di ferro a difesa dell’ambiente

Omicidio Morganti, atti a Frosinone

La Suprema Corte rigetta il ricorso.

Permessi di soggiorno. Cala il numero dei richiedenti

Nel 2017 il numero dei permessi di soggiorno richiesti da immigrati è diminuito rispetto agli anni passati e in linea con la tendenza nazionale. Lo attestano i dati Istat.

Sui migranti la Lega attacca le cooperative

Claudio Monticchio, coordinatore della Lega, chiede controlli sulle cooperative che accolgono migranti.

Elezioni. Le preferenze raccolte dai candidati.

Ferentino. Dopo due giorni finalmente i dati pubblicati sul sito del Comune.

Il Frosinone per la storia.

Serie B. Stasera a Palermo c’è il primo atto della finale per la conquista della serie A.

*


(direttore Stefano Di Scanno)

La lista dei debiti da default

Le passività certe sono di 15 milioni, mentre 30 sono quelle potenziali. La parte del leone è il risarcimento Acea da 20 milioni. Lunedì la relazione finale dei Revisori dei Conti e poi tutti in aula.

«Liberateci dai veleni»

Oltre mille cittadini di Ceccano e Patrica ieri sera in strada per manifestare per il diritto al respiro e contro l’inquinamento di suoli e falde idriche. I sindaci Caligiore e Fiordalisio in testa al corteo.

Il destino del Consorzio si decide il 26 giugno

Fra 13 giorni il tribunale di Cassino si pronuncerà sull’opposizione all’atto di pignora- mento definito dalla società che vanta nei confronti dell’ente un maxi credito per forniture energetiche non pagate.

Aquarius e dintorni. Lettere e appelli per “restare umani”

La vicenda della nave piena di profughi e dei porti chiusi ha alimentato polemiche e prese di posizione anche in ambito locale. L’attivista frusinate Luciano Granieri ha scritto una lettera aperta agli iscritti al Movimento 5 Stelle.

Si ribalta Tir con angurie.

Frosinone. Giornata di disagi sull’autosole.

Frosinone a Palermo per vincere

Play off, sfida da brividi al Barbera.

*

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

La Mafia in casa

Operazione Alba Pontina. Arrestate dalla polizia 25 persone. Accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso per otto indagati. C’è anche il filone della compravendita di voti. Il ruolo del pentito Pugliese.

Capannoni spariti

Pontinia. Si indaga per smaltimento illecito di rifiuti.

Donna agonizzante davanti alla caserma

Cisterna. Fermato un uomo

*

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

«Vomitevoli, cinici e poveretti»

Mezza Europa ci dichiara guerra.cFrancia e Spagna insultano l’Italia. Conte: «No a lezioni ipocrite».cSalvini tiene duro e la sinistra lo porta in tribunale.

Esplosioni in diretta, la Rai va in blackout>

Un black out improvviso ieri sera nella sede Rai di Saxa Rubra ha causato l’interruzione immediata delle trasmissioni proprio all’ora del Tg1.

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Macron guida gli sciacalli d’Europa>

La Francia definisce «vomitevole» l’atteggiamento dell’Italia con l’Aquarius. La Spagna minaccia sanzioni. Sono i Paesi che fanno morire donne incinte e sparano sui migranti. Ma il Pd sta con loro.

Vediamo come riusciranno a non dare il Nobel al ruggito di pace di Trump.

Il vago sospetto che il Nobel non glielo daranno. E sarà un errore.

*

(direttore Claudio Cerasa)

L’Italia cresce solo se crescono i salari>

Dopo i migranti, il lavoro. Come si risponde alla demagogia populista? Perché politici, imprenditori e sindacati hanno il dovere di lanciare una grande sfida al qualunquismo populista mettendo più soldi nelle tasche dei lavoratori.

Trump si vuole fidare di Kim ma l’accordo tra i due è tutto sbilanciato

L’America riconosce ufficialmente la Corea del nord e legittima il giovane dittatore. Poco o nulla in cambio.

*