Iacobucci HF, un anno di cassa per salvare i posti

Accordo raggiunto in Regione Lazio: salvi i 31 posti che erano in bilico alla Iacobucci HF. Cassa integrazione per un anno, a rotazione

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

I posti lavoro alla Iacobucci HF Aerospace sono salvi. L’accordo è stato raggiunto nel pomeriggio in Regione Lazio: lì si è tenuto l’incontro tra l’azienda di Ferentino specializzata nella produzione di componenti interni per aerei, l’assessorato al Lavoro ed i sindacati. (Leggi qui: Energia, Iacobucci HF annuncia il licenziamento collettivo).

L’accordo prevede un anno di cassa integrazione straordinaria a rotazione per tutti i dipendenti dello stabilimento. Una soluzione che scongiura la perdita dei 31 posti di lavoro in un’area – quella del Nord della Ciociaria – già sotto pressione dal punto di vista occupazionale.

Si scommette sulla ripresa

Foto: Stefano Carofei © Imagoeconomica

Iacobucci HF Aerospace e tutti gli attori coinvolti scommettono nella ripresa. Perché il mondo dell’aeronautica sta tornando gradualmente ai livelli pre covid. E perché l’azienda ha da poco stretto importanti partnership con aziende del settore nel Pacifico.

Con l’accordo raggiunto oggi si salvano tutti i 31 posti finiti in bilico: erano gli esuberi annunciati da Iacobucci HF Aerospace il 9 marzo scorso attraverso l’apertura della procedura di mobilità. La cassa concordata oggi scatterà dal 19 aprile e coinvolgendo a rotazione tutti i 118 dipendenti in forza, renderà non più necessari i tagli.

Il 12 aprile i sindacati terranno l’assemblea in fabbrica nella quale spiegheranno i termini dell’accordo. Resta aperta la possibilità di uscire dall’azienda usufruendo degli incentivi messi a disposizione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright