Il bagno di folla per Lalla regionale, i dubbi per quella comunale

Il tridente di Antonio Pompeo fa tappa ad Anagni ed inaugura il comitato di Lalla Cecilia. Bagno di folla. Ma anche dubbi in vista delle Comunali. Ecco quali

Paolo Carnevale

La stampa serve chi è governato, non chi governa

Come al solito contano quelli che c’erano; ma anche e soprattutto quelli che non c’erano. O che erano defilati. C’era, per esempio, tutto lo stato maggiore del Partito Democratico locale e tutta la parte di quello Provinciale che sta con Antonio Pompeo; c’era anche il Segretario Provinciale Luca Fantini che si sta dividendo tra tutti gli appuntamenti dei diversi candidati. C’erano figure di peso come l’ex deputato ed ex sindaco di Acuto Nazzareno Pilozzi.

Ovviamente, c’erano anche gli esponenti della lista civica per le Comunali di Anagni che fa riferimento alla consigliera Alessandra Lalla Cecilia che ha iniziato l’avventura per le Regionali. Come ad esempio l’avvocato Giuseppe Felli, vicesindaco della città ai tempi dell’amministrazione di Fausto Bassetta.

Il lato Regionale di Lalla e quello locale

Luca Fantini, Antonio Pompeo ed Alessandra Cecilia

Insomma, si può scrivere che c’è stato il classico ‘bagno di folla‘ per la presentazione di Alessandra “Lalla” Cecilia come candidato al consiglio Regionale del Lazio nel Partito Democratico in squadra con Antonio Pompeo. È avvenuto ieri sera ad Anagni con l’apertura della sede cittadina del comitato elettorale.

L’ex presidente della Provincia ed ex sindaco di Ferentino ha sottolineato la giornata dicendo che «la gente di Lalla, la gente di Anagni, negli anni è diventata un po’ anche la mia. Abbracci, strette di mano, sorrisi e tante attestazioni di affetto e stima: questa è la forza di cui parlo. Quella del nostro territorio che ci chiede a gran voce di rappresentarlo in Regione. E noi siamo pronti. Prontissimi!».

Positivo l’aspetto Regionale. Ma quell’inaugurazione ha anche provato l’esistenza di qualche contraddizione. Che, soprattutto in vista delle prossime Comunali di Anagni, rischia di essere piuttosto dura da sciogliere.

I nodi Comunali

Cecilia e Pompeo

Come ci ricorda l’inaugurazione del comitato elettorale, il consigliere ed ex assessore allo Sport della giunta Bassetta si è candidata al Consiglio regionale del Lazio nella squadra di Antonio Pompeo, in quota Partito Democratico. E fin qui tutto bene. Il problema è che la stessa Cecilia, da molto tempo prima di questo appuntamento regionale, è anche tra le promotrici del Campo Civico che punta a strappare il Comune di Anagni al centrodestra del sindaco Daniele Natalia alle elezioni della prossima primavera.

È sempre stata una bandiera del civismo. Anche per questo Antonio Pompeo l’ha voluta nel suo tridente per le Regionali. Per allargare il campo, dimostrare che il suo Pd tiene in alta considerazione gli amministratori e per evidenziare che ci sono spazi di crescita anche per chi non viene dai ruoli del partito.

E infatti il Campo Civico di Lalla Cecilia si è dato questa connotazione. Orgogliosamente terzo ed equidistante dai poli. Ma a qualcuno del Campo quell’impegno di Partito ha creato qualche malumore. Spento subito chiarendo che la coalizione delle Comunali nulla ha da spartire con il legittimo percorso di Lalla Cecilia alle Regionali. Nel senso che chi vuole la vota ma la Coalizione non si conta su di lei a febbraio.

La riunione del Campo

Il Segretario Pd Egidio Proietti

Questo, al di là delle dichiarazioni di facciata, ha sicuramente creato qualche perplessità nel campo civico. Nel quale più di qualcuno vede qualche contraddizione tra la dimensione civica delle comunali e quella politica delle Regionali. Non è un caso, come hanno fatto notare ieri sera, che nella settimanale riunione del Campo civico che si tiene ogni lunedì, mancassero proprio gli esponenti del gruppo che fa riferimento alla Cecilia.

Assenze giustificate; legate, ovviamente, all’organizzazione della manifestazione di con Antonio Pompeo. Ma destinate comunque a creare incomprensioni.

Come non è un caso che il Segretario del Pd anagnino fosse presente sì, ma in posizione defilata. Spia, forse, di un certo imbarazzo. O forse di un certo disorientamento dal momento che è un fedelissimo dell’ex Consigliere regionale Mauro Buschini. Che ora ha compiuto un passo di lato per concentrarsi sul ruolo tecnico dell’Egato, il nuovo ente che andrà ad occuparsi del servizio di raccolta dei rifiuti in tutta la Provincia.

Del resto, in città ancora non si sa cosa farà il Pd in vista delle Comunali; se accodarsi al Campo Civico, o cercare un’altra strada, magari vicino al gruppo di LiberAnagni. Una questione che non mancherà ovviamente di tenere banco nei prossimi giorni. Già a partire da domenica prossima, quando la Cecilia terrà una presentazione in scala ancora più larga presso un noto ristorante lungo la via Anticolana. Sarà l’occasione, forse, anche per fare chiarezza su questa contraddizione tutta interna al panorama progressista locale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright