Il clima pesantissimo tra il sindaco Ottaviani e la Lega

Dal “corteggiamento” politico a Petricca e Sementilli alla formazione del gruppo, fino all’ingresso di Thaira Mangiapelo: le manovre del Carroccio hanno irritato il primo cittadino. E adesso la situazione rischia di precipitare

Al Comune di Frosinone esiste un problema nei rapporti tra la Lega e il sindaco Nicola Ottaviani. Più ancora che tra la Lega e Forza Italia.

Il perché si sa: al primo cittadino non è piaciuto affatto il comportamento del Carroccio, che nei mesi scorsi ha preso contatti con l’assessore Valentina Sementilli e il consigliere Alessandro Petricca, entrambi della Lista Ottaviani. Quella del sindaco, quella che alle provinciali proverà ad eleggere un proprio rappresentante, forse Giampiero Fabrizi.

 

Il ragionamento della Lega, fatto più volte dal vicecoordinatore provinciale per l’area nord Domenico Fagiolo, è stato il seguente: «Non sarà mai in discussione il nostro appoggio al sindaco, ma non possiamo non costituire gruppi consiliari nei Comuni».

Anche perché ci sono le Provinciali, poi le Europee e la rappresentanza negli enti locali è fondamentale, soprattutto per un Partito “in carriera” come la Lega.

 

Alla fine Petricca e Sementilli sono rimasti nella civica, ma il Carroccio non si è scomposto, arrivando alla costituzione del gruppo con Enrico Cedrone (ex Forza Frosinone) e Sara Bruni (ex Frosinone Capoluogo). Adesso entrerà anche Thaira Mangiapelo, prima dei non eletti di Forza Italia.

Quest’ultimo ingresso scatenerà la reazione degli “azzurri”, anzi in parte lo ha già fatto. Ma la Lega ha intenzione di andare avanti. Finora però l’intero dibattito si è svolto sul piano politico e per molti versi astratto.

Se nessuno riuscirà a trovare una maniera per far convivere all’interno della maggioranza le varie forze, il problema potrebbe spostarsi su altri piani.

 

Il Carroccio ha i numeri per rivendicare subito almeno un assessorato. Senza aspettare i tempi della staffetta decisi oltre un anno fa. Anche perché in più di un’occasione si è fatto notare che l’assessore Pasquale Cirillo (eletto in Alternativa Popolare) non ha un gruppo consiliare che lo sostiene.

 

Fra Nicola Ottaviani e Francesco Zicchieri, deputato e coordinatore regionale della Lega, il gelo è totale. Un problema di non poco conto per gli assetti della maggioranza di centrodestra.

Perché la Lega, fra l’altro, vuole ulteriormente far crescere il gruppo consiliare.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright