Il club degli imperatori

Il vicepresidente nazionale di Confindustria Maurizio Stirpe, il sottosegretario al ministero del lavoro Claudio Durigon, il presidente della Regione e segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti. La Ciociaria ha già degli interlocutori importanti, ma sta al territorio coinvolgerli in modo efficace, rispettando i ruoli.

Il vicepresidente nazionale di Confindustria Maurizio Stirpe, secondo molti possiede tutti i requisiti per sedere sulla poltrona più ambita dell’associazione di viale dell’Astronomia. Il sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali Claudio Durigon (Lega), fedelissimo di Matteo Salvini ed eletto come capolista nel collegio proporzionale Latina-Frosinone. Il segretario nazionale del Pd e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Il primo è ciociaro, gli altri due no. Ma guardano comunque con attenzione alla provincia di Frosinone.

Prima o poi anche a livello nazionale bisognerà porsi il problema di un rilancio economico della Ciociaria. Dovranno porselo tutti: le associazioni di categoria, i sindacati, le forze sociali, i sette parlamentari eletti, i consiglieri regionali, i sindaci, gli amministratori. Ma avranno bisogno di interlocutori in grado di “pesare” laddove poi le decisioni vengono assunte.

Maurizio Stirpe è già un punto di riferimento e forse viene da chiedersi per quale motivo finora gli esponenti del territorio non hanno provato a rivolgersi a lui nel rispetto dei ruoli e delle competenze.

Claudio Durigon è uno dei principali punti di riferimento della politica economica del Governo. E’ uno di quelli che dà le carte. Sempre nel rispetto dei ruoli, perché il territorio non prova a interfacciarsi con lui in una maniera più sistematica?

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha ormai una roccaforte in Ciociaria, dove è impegnato in prima persona da anni. Adesso è anche segretario nazionale del Pd, il principale partito di opposizione del Paese e comunque la seconda forza parlamentare alla Camera e al Senato. Con l’ambizione di preparare un’alternativa di governo. Gli interlocutori per la Ciociaria ci sono. Ma sta al territorio coinvolgerli nei modi corretti ed efficaci.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright