Il Comune di Ferentino entra in banca

Via libera del Consiglio Comunale di Ferentino: acquisisce l'ex sede della banca Monte dei Paschi di Siena. Ci trasferirà Ufficio tecnico e Suap. Scaramucce in Aula. Le nuove posizioni

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

Il Comune di Ferentino si compra una banca. Anzi, una ex banca. O per essere più precisi il palazzo in cui c’era la sede del Monti dei Paschi di Siena. Il Consiglio comunale ha dato il via libera nella seduta tenuta oggi pomeriggio.

L’immobile è in piazza Matteotti: di fronte al palazzo comunale. Sarà utilizzato per trasferire una serie di uffici, potenziando i servizi. In particolare lo sportello del Servizio Unico Attività produttive e l’Ufficio tecnico. L’importo per l’acquisto della porzione di palazzo in cui stava la banca è di 285.000 euro.

Sorpresa nella votazione. Nelle file dell’opposizione la Lega si è spaccata. Il consigliere Luca Zaccari ha votato a favore mentre Maurizio Berretta ha votato in modo contrario motivando il fatto che vuole vederci chiaro sull’atto evitando il rischio di futuri contenziosi tra Comune e proprietà. Per Berretta non c’è abbastanza chiarezza sui nomi dei proprietari dell’immobile e chiede un approfondimento sulla documentazione.

Il sindaco Antonio Pompeo ha rassicurato tutti sul fatto che l’atto di acquisto sarà stipulato davanti al notaio solo quando tutta la documentazione sarà regolare.

Ma la Giunta c’è?

La seduta del Consiglio Comunale di Ferentino

In apertura di Consiglio, Berretta ha polemizzato con la maggioranza. Gli ha contestato le continue assenze tra i banchi della Giunta comunale: non si vedono da tempo il vicesindaco Luigi Vittori e l’assessore all’Urbanistica Massimo Gargani. I rumors li danno lontani dalle posizioni del sindaco Pompeo.

Berretta ha chiesto ai due assessori di fare chiarezza sul loro impegno per la città invitandoli a farsi da parte se non convinti del ruolo.

Ad allontanare le voci su dissapori e divisioni in giunta è stato l’assessore al Bilancio Franco Martini (Pd). Lo ha fatto intervenendo nel corso del Consiglio “a titolo personale” ed affermando “di essere vicino e di lavorare al fianco del primo cittadino”. Smentisce così le indiscrezioni secondo le quali avrebbe posizioni lontane da Antonio Pompeo.

Perché questa presa di posizione? Nei giorni scorsi il suo consigliere comunale più vicino, Angelo Picchi aveva criticato l’atto deliberativo sull’acquisto dell’ex sede Montepaschi. Oggi però Picchi non era presente in Consiglio e quindi non ha potuto dire se fosse a favore o contro. Ma intanto il suo assessore Franco Martini ha messo in chiaro la propria posizionea titolo personale“.

I cambi di posizione

La seduta del Consiglio Comunale di Ferentino

Il Consiglio è stata anche l’occasione per ufficializzare i cambiamenti avvenuti nel corsi di queste settimane. Ufficializzata la posizione del consigliere Alessandro Rea: in Aula si è dichiarato indipendente e lontano dall’ormai suo ex assessore di riferimento Evelina Di Marco. (Leggi qui Secondo scossone a Ferentino: pure Rea molla il suo assessore).

Anche l’ex candidato sindaco Giuseppe Virgili ha formalizzato il suo passaggio dall’opposizione alla maggioranza.  (Leggi qui Virgili passa con il suo avversario: Pompeo è blindato).

Sotto il profilo amministrativo il consiglio comunale di Ferentino ha approvato tre variazioni di bilancio per le il triennio 2021-2023. Le ha votate la sola maggioranza. Riguardano in primis l’acquisto dell’immobile in piazza Matteotti, la riqualificazione del Borgo Porciano per 300.000 euro e  l’efficientamento energetico della pubblica illuminazione nel centro storico per 223.000 euro. Tutti fondi che il Comune trarrà dall’avanzo di amministrazione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright