Il congedo Maiello: “Grazie Frosinone, ti porterò sempre nel cuore”

La promozione in Serie B ha fatto scattare il riscatto del centrocampista da parte del Bari. In un post su instagram ha voluto salutare i tifosi giallazzurri, la società e i compagni. “Mi sono sentito a casa”. Raffaele si era trasferito in biancorosso a fine gennaio

Alessandro Salines

Lo sport come passione

La gioia e l’addio. Raffaele Maiello domenica a Latina ha conquistato la promozione in Serie B con la maglia del Bari sulle spalle e in quel momento è diventato a tutti gli effetti un giocatore del club pugliese. Salutando così il Frosinone dove ha militato per 5 anni e mezzo regalandosi la Serie A con tanto di gol nella finale playoff.

Il centrocampista è stato ingaggiato dal Bari nel mercato di gennaio in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione. Missione compiuta e Maiello ora è tutto del Bari.

Il post di “Raffaelinho”

Raffaele Maiello festeggia la promozione in B con gli ex altri ex canarini Citro e Terranova

Maiello ha voluto sancire questo passaggio dal Frosinone al Bari con un bel messaggio pubblicato sul suo profilo instangram. Un saluto al capoluogo ciociaro, alla società giallazzurra ed ai tifosi.

“Non sono mai stato di tante parole e dato che sono un po’ scaramantico ho aspettato questa promozione prima di dire qualcosa – si ha scritto RaffaeleOra che è arrivata, sono ufficialmente un giocatore del Bari. Lascio una città che mi ha sempre fatto sentire a casa, che mi ha accolto, protetto e mi ha fatto sentire parte di loro. Questi anni a Frosinone sono stati una grande conquista per me: mi hanno reso più forte, più maturo e mi hanno davvero insegnato tanto”.

Mi hanno insegnato che casa non è solo dove hai le tue radici, ma dove stai bene e sei felice. E io qui lo sono stato. Grazie a tutta la società, al presidente, grazie ai miei compagni di squadra che mi hanno accompagnato in questi 5 e più anni. E grazie soprattutto a tutti voi tifosi, che mi avete reso parte di voi. Avrete sempre un posto nel mio cuore e vi sarò sempre grato per tutto. Ciao Frosinone”.

Il trasferimento a Bari

Maiello in azione

Maiello, 30 anni, si è trasferito in Puglia negli ultimi giorni del mercato invernale. Una partenza a sorpresa considerando che il regista aveva rinnovato il contratto con il Frosinone fino al 2023 e pur come alternativa di Ricci si era ritagliato il suo spazio (13 presenze di cui 6 da titolare ed 1 gol). L’importante offerta del Bari però ha cambiato le carte in tavola. Una proposta allettante come ha confermato anche il direttore Guido Angelozzi.

ùMaiello probabilmente non avrebbe accettato la Serie C se la chiamata non fosse arrivata da una società blasonata come il Bari della famiglia De Laurentiis. La promozione in Serie B ha fatto scattare il riscatto e il prolungamento del contratto fino al 2025 così come era stabilito negli accordi.

Al Bari ha collezionato 12 presenze, contribuendo alla conquista della B. Il suo innesto nella squadra di Mignani ha garantito qualità, geometrie, esperienza e personalità. Tutti ingredienti fondamentali per una vittoria così importante. Ed in Puglia ha pure ritrovato vecchi compagni come Terranova, Citro e Mazzotta e l’altro ex canarino Frattali. I primi 2 sono con lui nel Frosinone di Longo promosso in A.  

Uomo-promozione

Il rigore di Maiello al Vicenza, ultimo gol segnato col Frosinone

Maiello è stato un giocatore importante per la storia recente del Frosinone. L’apice lo ha raggiunto nella finale playoff vinta allo “Stirpe” con il Palermo il 16 giugno del 2018 che ha regalato la seconda promozione in Serie A dei canarini.

Il regista campano è stato uno dei protagonisti, firmando al 7’ della ripresa lo splendido gol che ha spianato la strada al Frosinone. Una prodezza che rimarrà sempre impressa nella memoria dei tifosi. Maiello è arrivato a Frosinone nel luglio 2017. In maglia giallazzurra ha collezionato 179 presenze (7 reti e 17 assist) tra Serie B ed A.

E’ stato un autentico uomo-squadra, punto di riferimento in campo e nello spogliatoio. Famosa la sua frase d’incitamento: “Chi cummanna ca?”. A testimonianza del legame di Maiello con la squadra e la piazza sono state le decine di messaggi di saluto sui social da parte dei tifosi e dei giocatori.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright