Il Frosinone butta il Pisa giù dalla torre: 1-3

Partita perfetta del Frosinone che domina a Pisa in lungo e in largo e si permette il lusso di sprecare un rigore con Ciano. Eurogol di Zerbin che concede il bis. A Novakovich annullato un gol ma lui si ripete

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

PISA (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson (17’ st Birindelli), Leverbe, Caracciolo, Beruatto (41’ st Berra); Touré, Marin, Mastinu (24’ st Cohen); Siega (1’ st Gucher); Masucci (24’ st Sibilli), Marsura.

A disposizione: Livieri, Dekic, Nagy, Di Quinzio, Cisco, De Vitis, Piccinini.

Allenatore: D’Angelo.

FROSINONE (4-3-3): Ravaglia; Zampano, Gatti, Szyminski, Cotali; Lulic, Ricci (31’ st Maiello), Garritano (31’ st Boloca); Canotto (18’ st Novakovich), Ciano (31’ st Cicerelli), Zerbin (42’ st Tribuzzi).

A disposizione: Palmisani, Minelli, Kalaj, Haoudi, Barisic, Manzari, Casasola.

Allenatore: Grosso.

Arbitro: signor Francesco Cosso di Reggio Calabria; assistenti sigg. Vito Mastrodonato di Molfetta e Giuseppe Di Giacinto di Teramo; Quarto Uomo Daniele Rutella di Enna; Var Gianluca Manganiello di Pinerolo (To), Avar Damiano Margani di Latina.

Marcatore: 46’ pt Marsura, 1’ e 25’ st Zerbin, 40’ st Novakovich.

Note: spettatori: 5.000 circa; angoli: 8-3 per il Frosinone: ammoniti: 19’ pt Leverbe, 36’ pt Gatti, 47’ pt Cotali, 3’ st Hermannson, 11’ st Zampano, 17’ st Beruatto, 27’ st Szyminski, 38’ st Zerbin; recuperi: 1’+1’ pt; 4’ st.

Il Frosinone gioca, domina, spreca un rigore con Ciano, va sotto alla fine del primo tempo sull’unica ingenuità nella gara ma quando torna  in campo devasta letteralmente il Pisa con una doppietta dello scatenato Zerbin e il sigillo di Novakovich. Per la squadra di D’Angelo prima sconfitta stagionale in casa, per quella di Grosso la conferma che la strada intrapresa è quella giusta.

All’Arena Garibaldi lezione di calcio dei giocatori in maglia bianca al termine di una battaglia senza quartiere che ha mandato sul tabellino dell’arbitro ben 8 ammoniti. Tra questi i giallazzurri Cotali e Zampano che salteranno Parma. Il Frosinone chiude il girone di andata a 31 punti, +3 rispetto alla stagione scorsa. (Leggi qui la presentazione: Frosinone, assalto alla “regina” con l’incognita-Covid).

GLI SCHIERAMENTI

Il Pisa in campo con il 4-3-1-2. Davanti a Nicolas la coppia di centrali è formata da Leverbe e Caracciolo, a destra c’è Hermannson e a sinistra Beruatto. In mezzo al campo Marin è il regista basso, Touré e Mastinu gli intermedi. Siega alle spalle delle punte Masucci e Sibilli.

Nel Frosinone siedono in panchina entrambi i due acquisti, Barisic e Kalaj. Tra i pali partita numero 19 per l’inamovibile Ravaglia, davanti a lui la coppia GattiSzyminski con Zampano (partita numero 100 di campionato con la maglia giallazzurra) a destra e Cotali a sinistra. In mezzo al campo Ricci in regia, Lulic interno destro e Garritano interno mancino, quindi nel tridente che vede Ciano nella posizione centrale, Zerbin è l’attaccante di sinistra e Canotto omologo a destra.

Curiosità: salta la sfida a distanza tra i bomber Lucca (nemmeno in panchina nel Pisa) e Charpentier (sulla strada del recupero dopo l’infortunio).

CIANO SBAGLIA UN RIGORE

Il rigore di Ciano

Si parte e Gatti fa sentire subito la pressione sul neroazzurro Marsura. La prima parata della partita è di Nicolas, tiro cross di Zerbin anche abbastanza arcuato ma l’estremo difensore addomestica il pallone sotto l’incrocio alla propria sinistra. Nicolas ancora protagonista al 4’, pallone dentro di Zerbin per Ciano che va al contrasto con Leverbe, il pallone schizza verso l’angoletto basso alla destra del portiere che si allunga e devia in angolo.

Una ingenuità di Zerbin che si ferma con Masucci a terra, ne approfitta Hermannson che poi viene fermato dall’intervento del direttore di gara. Qualche fallo di troppo già in avvio, il direttore di gara usa il metodo del colloquio per frenare i bollenti spiriti.

La trama del Frosinone – che nella fase di possesso si schiera con un evidente 3-5-2, con Zampano cursore a destra, Zerbin a sinistra e Canotto che fa da spalla a Ciano – è disegnata con intelligenza, al 9’ Garritano si infila in area e con furbizia va a prendere il fallo di Leverbe, l’arbitro indica il dischetto senza esitazione. Va Ciano dagli undici metri, Nicolas lo ipnotizza con una finta e va a deviare il pallone indirizzato alla propria sinistra. Occasionissima alle ortiche per il Frosinone che non si perde d’anima e continua a dettare lo spartito.

SOLO IL FROSINONE, IL PISA LO PUNISCE

La gioia del Pisa dopo il vantaggio

Risale sull’onda il Pisa che urla a sproposito per un fallo di mano inesistente, pallone di Mastinu addosso a Lulic a meno di un metro dentro l’area di rigore. Un attimo dopo fallaccio di Leverbe su Garritano, giallo per il difensore dei neroazzurri sull’ex compagno di squadra che lo aveva saltato di netto sulla corsia offensiva di destra. Ancora Frosinone, è il 21’ quando Ciano vede Zampano dalla parte opposta, cross e tiro sul primo rimbalzo, pallone sul palo di sostegno esterno. La partita si snoda su ritmi elevatissimi. Zerbin mette palloni in quantità industriale nell’area del Pisa ma manca il movimento degli attaccanti in anticipo sui difensori.

Il Frosinone per due volte cerca lo spiraglio giusto con Zampano al 33’, primo tiro ribattuto e replica parata dall’attentissimo Nicolas sul primo palo. A stretto giro arriva anche l’occasione per il Pisa, Marsura parte da destra, si accentra e tiro, la testa di Gatti allunga la traiettoria quel tanto che basta ad evitare sia guai seri che il tentativo di parata di Ravaglia con un gran colpo di reni. Ammonizione severa per Gatti al 36’, sicuramente l’arbitro mette sul piatto e fa pesare i due interventi del centrale giallazzurro in avvio di gara. Azione travolgente del Frosinone partita da Gatti, proseguita per Zerbin che va a ricevere il passaggio di Garritano, finta su Leverbe ma si fa francobollare da Caracciolo al momento del tiro. E Grosso si infuria. Un minuto dopo è Canotto che prova il tiro da destra, pallone addosso a Beruatto.

Al 46’, Pisa in vantaggio: pallone di Masucci tra Gatti e Zampano, Marsura si infila, Ravaglia non attacca la palla e il pisano infila il vantaggio che manda la squadra di D’Angelo al riposo in vantaggio con un tiro in porta.

EUROGOL DI ZERBIN

Zerbin lanciato a rete

Al 1’ nel Pisa dentro l’ex Gucher per Siega, non cambia nulla tatticamente per i neroazzurri. Al primo affondo la squadra di Grosso torna in carreggiata. Dopo nemmeno 1’ il Frosinone pareggia infatti con tre passaggi ad un tocco: palla a Zerbin di Ricci che aveva ricevuto di giustezza da Garritano in posizione centrale, tiro a giro da sinistra e pallone in fondo al sacco. Pareggio meritato della squadra di Grosso e quinta rete dell’attaccante di proprietà del Napoli che non ha affondato la giocata come nel primo tempo ma ha sfoderato il ‘meglio della casa’. Il Pisa abbonato a reclamare in ogni circostanza ma l’arbitro non si lascia impietosire e convalida la rete del pareggio.

La partita si scalda, ne fa le spese anche Zampano che rimedia il giallo che lo mette out per la partita di venerdi sera a Parma dove mancherà anche Cotali. Giallo anche per Beruatto, al 17’ esce Hermannsson per Biridielli e al 18’ nel Frosinone esce Canotto per Novakovich, con Ciano che si posta sull’out di destra.

Ed è proprio Ciano che al 19’ addomestica uno spiovente da sinistra, si accentra e tira, Nicolas si supera andando a deviare in angolo un pallone che andava ad infilarsi sotto la traversa.

NOVAKOVICH, GOL E SIGILLO DEL 3-1

Szyminski

Frosinone vicino al vantaggio al 23’: angolo di Ciano, stacca Novakovich e Nicolas compie un miracolo, si avventa sul pallone Zerbin e Caracciolo mette il corpo e salva un gol fatto.

Ma il vantaggio del Frosinone è dietro l’angolo. Dentro Cohen per Mastinu e Sibilli per Masucci al 24’ e il Frosinone passa al 25’ con i soliti tre tocchi: cross dalla destra di Zampano servito da Ciano, Zerbin al volo, Birindelli ci mette il corpo e beffa Nicolas.

Il Frosinone fa 3-1 con Novakovich, cross al bacio di Zerbin ma l’attaccante è 20 centimetri davanti al difensore e il gol è annullato. Triplo cambio di Grosso al 31’: dentro Cicerelli per Ciano, Maiello per Ricci e Boloca per Garritano. Zerbin si sposta a destra, l’ex della Salernitana si piazza a sinistra del fronte d’attacco.

Il Pisa sulle gambe, il Frosinone sul 3-1: pallone lungo nella metà campo neroazzurra, Leverbe si impappina, Novakovich aspetta l’errore, lo anticipa e sull’uscita di Nicolas lo aggira e infila il suo secondo gol stagionale mettendo sotto ghiaccio una grande vittoria e tre punti di platino per la scalata alla zona playoff.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright