Il gelo di Cassino sul Segretario Sara

Cassino non ha mandato gli auguri al neo vice Segretario Regionale del Pd Sara Battisti. Ancora un segnale del gelo tra il sindaco Enzo Salera ed il suo Partito. Colpa anche dei recenti raid compiuti in città proprio da Sara Battisti. Per pacificare le componenti

Massimo Gentile

Sao ko kelle terre...

Comunicati stampa: non pervenuti. Post sui social: nemmeno. Se il sindaco Pd di Cassino Enzo Salera ha rivolto degli auguri l’avrà fatto in modo del tutto privato con Sara Battisti. La consigliera regionale l’altro giorno è stata nominata ai vertici Dem del Lazio con la carica di vice Segretario Regionale. (Leggi qui Il grande Risiko dietro alla nomina di Sara).

Un riconoscimento importante, frutto d’una serie di delicati intrecci politici. Inserito in un complesso sistema di equilibri interni. Che toccano tutta la regione e coinvolgono buona parte delle aree. Tant’è che nel giro di poche ore sono stati tanti gli attestati di stima. Tra questi non risultano però quelli del Pd di Cassino. Nessun comunicato congiunto come Gruppo consiliare, tantomeno come Circolo cittadino. Circolo che del resto è commissariato e che ora si avvia al Congresso. Nessun elogio ufficiale dal primo cittadino, dal vice sindaco e dagli assessori del Pd.

Dal Municipio, l’unico complimento che è partito verso il neo vice Segretario Regionale del Pd è quello del presidente del Consiglio, Barbara Di Rollo. Che in un post su Facebook scrive: “Congratulazioni a Sara Battisti per la sua elezione a vice segretaria regionale del Partito Democratico. Un riconoscimento molto prestigioso che sono certa porterà avanti con capacità e competenza. Buon lavoro Sara”.

Chi saluta Sara non sta con Enzo

Sarah Grieco, Sara Battisti, Francesca Cerquozzi

Non è però l’unico messaggio che giunge dalla città martire. Sempre dai social arrivano i complimenti di Sarah Grieco. Che la scorsa settimana è stata eletta portavoce de ‘Le Democratiche’ con un blitz progettato proprio da Sara Battisti dopo avere riportato l’ex consigliera comunale d’imperio nel centro della discussione. (Leggi qui L’elettroshock di Sara funziona: congresso e dialogo).

Dice Sarah Grieco: “Un riconoscimento molto importante per tutto il nostro territorio l’elezione di Sara Battisti a vicesegretario del Pd Lazio. Una nomina che per le Democratiche vale doppio , convinte come siamo che la rappresentanza femminile nei luoghi di decisione sia un valore aggiunto e una garanzia per tutte le donne. “Donne per le donne”, appunto. Auguro a Sara, da parte mia e di tutte le democratiche della provincia di Frosinone, un buon lavoro, certa che farà tanto e bene”.

Finito? Ancora no. Il messaggio, probabilmente quello più importante per il significato politico, arriva da Luca Fardelli. Il consigliere comunale firma la nota stampa insieme con Jole Falese. I due sono stati candidati nel 2019 nella lista “Bene Comune” a sostegno di Giuseppe Golini Petrarcone sindaco e contro il vincitore Enzo Salera. Al turno di ballottaggio, però, mentre l’ex sindaco ha continuato a mantenere le distanze dai suoi ex compagni di squadra, Falese e Fardelli hanno preso parte a iniziative per sostenere Salera contro Mario Abbruzzese.

Ciononostante nei primi 18 mesi di amministrazione, i rapporti tra il sindaco Salera e il consigliere Fardelli sono stati freddi, a tratti gelidi. Da un lato quando a Fardelli è stata negata la tessera del Pd, dall’altro quando il consigliere si è allineato alle posizioni oltranziste di Fontana, Petrarcone e Mignanelli.

La strada verso casa

Luca Fardelli e Sara Battisti

Il disgelo è iniziato. Negli  ultimi mesi si è creato un dialogo costante tra Fardelli e l’amministrazione. L’assessore Danilo Grossi ed il capogruppo dem Gino Ranaldi fanno da pontieri. Fardelli nelle scorse settimane è tornato ad una manifestazione del Pd. Guarda caso, quella de “Le Democratiche” con l’abile regia di Sara Battisti che lavora per riportare l’unità nel circolo Pd di Cassino. (Leggi qui Il Pd avvia il processo di pace a Cassino).

Ecco che ora Fardelli e Falese vanno a rinsaldare ancor di più il legame con il Pd. E in una nota scrivono: “Siamo molto contenti e ci congratuliamo con l’amica Sara Battisti per l’importante nomina ai vertici del PD del Lazio. È il giusto riconoscimento per  suo impegno politico sempre in prima linea per difendere i diritti delle donne e dei più deboli. Sempre in punta di piedi e con intelligente delicatezza, per creare prospettive future per il PD, è impegnata ad ascoltare i vari punti di vista, frena  con fermezza gli individualismi pericolosi e soprattutto crea relazioni. Brava Sara ti auguriamo di svolgere con competenza e diligenza il tuo nuovo incarico. Un affettuoso in bocca al lupo Luca e Jole”.

Un messaggio che ha una valenza politica non secondaria. Non sarà domani il giorno in cui Luca Fardelli farà il suo ritorno nel Pd, ma la strada verso il ritorno “a casa” è ormai tracciata. A quel punto sarebbe difficile coesistere nello stesso partito restando all’opposizione, per questo – anche per questo – Battisti lavora per riportare l’unità a Cassino.

Enzo il freddo

Enzo Salera (Foto: Michele Di Lonardo)

Salera resta tiepido: non dimentica che in pochi, nel Pd, hanno sostenuto la sua candidatura e che la vittoria l’ha guadagnata  anche contro chi gli ha remato contro da dentro il Partito Democratico.

Ha più volte schivato il fuoco amico. Per questo, probabilmente, non si sbilancia in trionfalismi. Il silenzio quasi totale dell’amministrazione di Cassino, una delle poche targata Pd in provincia di Frosinone tra i comuni medio-grandi, non è però  passato inosservato. 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright