Il Giudizio Universale: Frosinone-Palermo 1-0

Il Pagellone di Frosinone-Palermo 1-0. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo della gara

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Pagellone di Frosinone-Palermo 1-0. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo della gara. (leggi qui la cronaca: Il Frosinone vince 1-0 la partita a scacchi col Palermo)

Il migliore

Caso

L’attaccante Caso in azione (Foto: Mario Salati © Alessioporcu.it)

Strappa la partita allo scadere del primo tempo affondando sulla destra sul bel filtrante di Mazzitelli. L’assist per Moro è delizioso, intelligente e preciso.

Nella ripresa colpisce il palo con un tiro a giro di pregevole fattura. Si conferma un fantasista capace di far saltare il banco da un momento all’altro. In alcuni momenti nasconde letteralmente la palla agli avversari.

Avrebbe meritato il gol.   

Voto: 7

Turati

La gioia del portiere Turati

In apertura è decisivo salvando su Brunori lanciato a rete. Un intervento provvidenziale come quello nel secondo tempo su Di Mariano. Mostra molta sicurezza nelle uscite.

Una buona prestazione in una gara ad alta tensione, riscatta la brutta prova di Cittadella. Ottima notizia per Nicolato, ct dell’Under 21, che lo ha convocato.

Voto: 6,5

Sampirisi

Il terzino Sampirisi

Ordinato, puntuale e determinato. Tiene a bada Di Mariano, punta esterna di primissimo ordine.

In crescita a livello fisico rispetto alle precedenti uscite. Grande esperienza e conoscenza del campo.

Voto: 6,5

Lucioni

Capitan Lucioni (Foto: Mario Salati © Alessioporcu.it)

Francobolla il temuto bomber rosanero Brunori. Il capitano giallazzurro è molto aggressivo e talvolta va a marcare il rivale fino nella metà campo palermitana. Un duello vinto, il centravanti rosanero è pericoloso solo in un’occasione.

Inoltre si conferma un ottimo attaccante aggiunto: la sua zuccata viene salvata sull linea dallo stesso Brunori.

Voto: 6,5

Ravanelli

Il difensore Ravanelli all’esordio

Esordio stagionale un po’ a sorpresa per il centrale ex Cremonese. Prende il posto di Szyminski e non lo fa rimpiangere.

Una partita di tutto rispetto se si considera che era la prima in assoluto in una nuova squadra. Deciso sull’uomo, qualche piccola sbavatura che ci può stare.

Voto: 6

Frabotta

Il terzino Frabotta anche lui all’esordio

Anche lui al debutto, sostituisce Cotali. Presidia la fascia sinistra senza strafare, cercando di sbarrare la strada ad Elia. Non rinuncia comunque a qualche sortita con tanto di cross.

Non ha ovviamente i 90’ nelle gambe ed al 34’ del secondo tempo esce per Cotali.

Voto: 6

Dal 34’ p.t. Cotali

Entra nella maniera giusta: grinta, concretezza e tacchetti affilati tanto da rimediare un giallo.

Voto: s.v.

Kone

Il centrocampista Kone (Foto: Mario Salati © Alessioporcu.it)

Al rientro dopo l’infortunio, regala sostanza e dinamismo al centrocampo del Frosinone. Un’altra gara ricca di contenuti per il giovane ivoriano. Taglia e cuce gioco, macina chilometri. Vicino al gol con un tiro dei suoi dalla distanza.

Voto:  6,5

Dal 34’ s.t. Oliveri

Sostituisce uno stremato Kone, tiene le consegne affidategli da Grosso.

Voto: s.v.

Mazzitelli

Esordio per il centrocampista Mazzitelli (Foto: Mario Salati © Alessioporcu.it)

Al debutto in maglia giallazzurra come Ravanelli e Frabotta. Con lui il centrocampo sale di livello tecnico e tattico. Agisce da play, giocando con grande personalità come se fosse da sempre nel Frosinone.

Pregevole e con i tempi giusti il lancio in profondità per Caso in occasione dell’azione dell’autogol. Non ha ancora la condizione ottimale tanto che al 22’ della ripresa deve lasciare spazio a Lulic.

Voto: 6,5

Dal 22’ s.t. Lulic

Si fa trovare pronto alla chiamata di Grosso ed il suo contributo alla causa non manca.

Voto. 6

Boloca

Boloca fresco di convocazione nella Nazionale rumena

Festeggia la prima convocazione nella Nazionale rumena con una partita bella piena.

Schierato da mezzala, alterna fioretto e sciabola, corre per quattro e tenta pure la conclusione.

Peccato per l’ennesima ammonizione.

Voto: 6,5 

Garritano

L’attaccante Garritano (Foto: Mario Salati © Alessioporcu.it)

Dal punto di vista tattico è sempre di più uno dei giocatori-chiave per Grosso.

Si sdoppia: attaccante esterno e trequartista per schermare il regista rosanero Stulac. Vicino al gol su punizione e con un paio di tiri.

Talvolta pecca di lucidità.

Voto: 6

Dal 22’ s.t. Ciervo

Entra col piglio giusto e non è facile quando si parte sempre dalla panchina. Stavolta comunque è meno pungente. Tuttavia non sfigura e fornisce il suo apporto.

Voto: 6

Moro

L’esultanza di Moro

Tra i più attesi del pomeriggio anche per il duello a distanza con Brunori. Si batte con orgoglio malgrado la marcatura asfissiante dei centrali del Palermo. Propizia l’autorete decisiva: si fa trovare smarcato sull’assist di Caso, non calcia benissimo ma lo aiuta la deviazione di Buttaro.

Nel secondo tempo ci prova di testa senza inquadrare la porta.  Il Palermo gli porta bene: la scorsa stagione col Catania aveva segnato la doppietta vincente nel derby. Anche lui convocato dall’Under 21. La vittoria è un buon viatico.

Voto: 6,5

Dal 38’ s.t. Mulattieri

In campo per tenere palla ed alzare la squadra, Non si risparmia, viene anche ammonito.

Voto: s.v.

Grosso

Il tecnico Grosso

Dopo la beffa di Cittadella, la sua squadra si è rialzata subito superando il Palermo in una delle gare più attese del campionato.

Non era scontato e va dato merito al tecnico che ha saputo lavorare anche sulla testa dei giocatori. Premiata inoltre la scelta di cambiare ben 5 giocatori schierando i nuovi Ravanelli, Frabotta e Mazzitelli (tutti e 3 al debutto).

Il Frosinone, pur soffrendo in alcune fasi della gara, ha dimostrato compattezza e grande applicazione. Grosso va alla sosta da terzo in classifica con 12 punti ed un percorso netto in casa (3 vittorie in altrettante partite).

Voto: 7

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright