Il Giudizio Universale: Frosinone – Ternana 1-1

Il Pagellone di Frosinone-Ternana 1-1. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Pagellone di Frosinone-Ternana 1-1. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara. (Leggi qui Non basta Charpentier, la Ternana si prende il pari).

Il migliore

(Foto © Mario Salati)

Charpentier

La copertina è la sua anche contro la Ternana. E non potrebbe essere il contrario per un giocatore capace di segnare 8 reti di cui 7 nelle ultime 7 gare. Peccato solo che la sua prodezza non abbia regalato i 3 punti.

Inizia forte come tutto il Frosinone e si notano subito le difficoltà di Sorensen per tenerlo a bada. Ed infatti dopo 17’ il bomber francese lascia il segno: gran colpo di testa sul cross di Zampano e rete del vantaggio. Poi il match cambia con l’espulsione di Gatti e per Charpentier inizia un’altra partita fatta soprattutto di sacrificio per aiutare la squadra.

Voto: 7,5

Dal 22’ s.t. Ciano

Torna a giostrare da punta centrale o come si dice falso nove. E’ ben disposto, gioca buoni palloni e prova a tenere alta la squadra. Allo scadere reclama un rigore dopo un contatto in area con Capuano. L’arbitro Cosso sorvola.

Voto: 6

Ravaglia

Fino all’espulsione di Gatti trascorre un pomeriggio tranquillo. Poi ovviamente la gara volta pagina con la Ternana che cerca di risalire la china. E così deve distendersi per deviare il tiro velenoso di Koutsoupias. Nel finale di primo tempo altro brivido ma viene salvato da Garritano sulla conclusione di Donnarumma.

Ad inizio ripresa respinge centralmente il tiro di Koutpsias ma nulla può sulla ribattuta vincente di Pettinari. Attento in seguito sui tentativi di Partipilo. 

Voto: 6

Zampano

Parte a destra e le sue percussioni diventano un fattore per il Frosinone. Almeno nella prima mezzora non concede metri a Furlan e tiene sulle spine Martella. Decisivo nel vantaggio: delizioso il cross per Charpentier che firma l’1-0. Dopo il rosso a Gatti, trasloca a sinistra. Difende bene su Partipilo e non rinuncia neppure a proporsi in fase d’attacco facendo respirare la squadra.

E’ tra i migliori in campo per quantità, qualità ed interpretazione della partita.

Voto: 7

L’espulsione di Gatti (Foto © Mario Salati)

Gatti

Dopo 15 partite giocate ad alto rendimento, incappa nella classica giornata storta. Nel giro di 3’ (tra il 25’ ed il 28’) rimedia 2 ammonizioni e viene espulso lasciando i compagni in 10 per oltre un’ora. Due ingenuità gravi, decisive probabilmente per il risultato finale, ma l’esperienza si costruisce anche così.

La seconda ammonizione tra l’altro arriva dopo un errore marchiano su Donnarumma. Eppure aveva iniziato la partita con la consueta personalità controllando bene lo stesso Donnarumma. Poi i 3’ fatali.  

Voto: 5

Szyminski

Una partita più che sufficiente dopo 2 prove incolore segnate da brutti errori. Anche nei momenti di maggiore pressione della Ternana mostra sicurezza caricandosi sulle spalle l’intero reparto. Grande presenza sulle palle alte.     

Voto: 6,5

Cotali

Grosso lo conferma dopo la trasferta di Cremona. Si piazza sulla fascia sinistra, tiene bloccato il temuto Partipilo e dà il suo contributo in fase offensiva. Un bel tiro al volo costringe alla parata difficile il ciociaro Iannarilli. Dalla mezzora viene dirottato al centro della difesa per sostituire Gatti.

Con qualche difficoltà tiene la nuova posizione con diligenza e grinta arginando l’avversario di turno.

Voto: 6

Boloca

Corre per quattro, canta e porta la croce, lavora tantissimi palloni. Di partita in partita acquisisce consapevolezza dei suoi mezzi anche se talvolta eccede in qualche preziosismo. Nel secondo tempo, malgrado l’inferiorità numerica, continua a pressare ed al 32’ è pericoloso dopo una bella incursione.

Voto: 6,5

Foto © Mario Salati

Ricci

Si presenta centrando il palo esterno su punizione dopo 6’. Lucarelli prova a schermarlo con Koutpsias ma con scarso successo almeno nel primo tempo.

Sempre lucido e ben piazzato, nella ripresa ha un’altra occasione per far male ancora su punizione però non inquadra la porta. Spende tantissimo e giustamente Grosso lo sostituisce con Maiello. 

Voto: 6,5

Dal 22’ s.t. Maiello

In campo in un momento della partita dove bisogna tener duro. Il centrocampista campano non si tira indietro, cerca di dare ordine alla squadra. 

Voto: 6 

Garritano

Confermato a centrocampo gioca la sua onesta partita. Non si risparmia cercando la giocata giusta. Decisivo nel finale di primo tempo quando salva quasi sulla linea sul tiro di Donnarumma, Con il Frosinone ridotto in dieci moltiplica le forze e in contropiede potrebbe essere più incisivo.

Voto: 6

Canotto (Foto © Mario Salati)

Canotto

Al rientro da titolare, gioca a destra nel tridente schierato da Grosso.  Prova a dialogare con uno Zampano  molto ispirato e poco prima del quarto d’ora impegna Iannarilli. Non ha comunque lo smalto della prima parte della stagione e fatica a trovare gli spazi giusti.  

Voto: 5,5

Dal 22’ s.t. Cicerelli

Nelle intenzioni di Grosso dovrebbe dare quel cambio di passo soprattutto nelle ripartenze. L’ex Salernitana sembra ben disposto e tenta qualche affondo dei suoi. Tuttavia non è incisivo come servirebbe in queste situazioni e sbatte contro il muro degli umbri. Viene ammonito per simulazione.

Voto: 5,5

Zerbin

Ritrova una maglia da titolare a distanza di oltre un mese. Gioca solo 28’ e poi viene sacrificato per consentire l’ingresso di un difensore dopo l’espulsione di Gatti. In avvio è uno dei più intraprendenti e crea tante difficoltà sull’asse destro della Ternana presidiato da Partipilo e Diakite. Peccato per la sostituzione perché poteva essere la sua partita. 

Voto: 6

Dal 28’ p.t. Casasola

Va a completare la difesa rimasta orfana di Gatti. Con Cotali dirottato al centro della difesa e Zampano a spostato a sinistra, giostra da terzino destro. Una sbavatura in occasione dell’1-1: sbaglia il colpo di testa regalando il pallone a Donnaruma che dà il via all’azione vincente. Per il resto difende a denti stretti e non disdegna qualche sortita in avanti.

Voto; 6

Fabio Grosso (Foto © Mario Salati)

Grosso

Il suo Frosinone allunga la serie utile (9 turni) ma non vince da 4 gare e continua a collezionare pareggi (10, record del campionato).

Stavolta però il punto è d’oro perché arrivato dopo aver giocato in 10 per oltre un’ora. La partita era stata preparata nel migliore dei modi ed aveva preso la piega giusta con il gol di Charpentier. Purtroppo l’imprevisto è sempre dietro l’angolo ed ha scombinato i piani.

Il tecnico giallazzurro è stato bravo a compattare la squadra che anche in inferiorità numerica non ha rinunciato a pressare ed a provare qualche azione offensiva. Restano dubbi sul mancato impiego di Tribuzzi che a Cremona era stato tra i migliori. C’è da dire che la coperta in difesa è corta ed anche a Monza dovrà adattare di nuovo Cotali al centro.  

Voto: 6,5

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright