Il Giudizio Universale: Sudtirol-Frosinone 1-1

Il Pagellone di Sudtirol-Frosinone 1-1. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo della gara

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Pagellone di Sudtirol-Frosinone 1-1. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo della gara. (leggi qui la cronaca: Frosinone bello all’ultimo respiro: con il SudTirol 1-1 al 95°)

Il migliore

Insigne

Al centro Insigne con Frabotta e Ravanelli nel giorno della sua presentazione

Titolare, finalmente. Con 2 gol nelle ultime gare, l’attaccante giallazzurro conquista per la prima volta la maglia nell’undici di partenza. Ripaga la fiducia in pieno ed ora sarà difficile tenerlo fuori. E’ il migliore in campo per qualità e generosità. Parte da attaccante esterno a destra, gli manca solo il gol. Nel primo tempo Poluzzi si supera e gli nega la terza rete. Si fa valere anche di testa con un guizzo che anticipa Zaro e Masiello. Nel secondo tempo colpisce il palo con una gran punizione e poi sfiora la traversa. Nell’azione dell’1-1 infiocchetta un assist al bacio per Szyminski. Insomma è in grande forma, sempre nel cuore nell’azione d’attacco. Ma è prezioso pure in fase di copertura con alcuni recuperi provvidenziali.  

Voto: 7

Turati

Sul gol poteva fare ben poco: De Col lo trafigge da posizione ravvicinata. Per il resto il Sudtirol non lo impegna quasi mai. I numeri parlano chiaro: 1 sola parata su 2 tiri nello specchio della porta.

Voto: 6

Monterisi

Pareggia con un gol di rapina da consumato attaccante quale non è una gara che sembrava persa. Firma 1 punto pesante che consente quantomeno di allungare a +9 sulle terze in classifica. E’ una delle 5 novità proposte da Grosso. Una mossa a sorpresa, quarta presenza (terza dall’inizio). Il giovane difensore sostituisce a destra Sampirisi. Una chance importante dopo 3 gare in panchina. Molto propositivo, partecipa alla manovra con costanza e coraggio. Tuttavia non è impeccabile nell’azione del vantaggio altoatesino. Perde il passo su Rover che può crossare senza problemi per De Col. Nella ripresa continua a spingere, i compagni lo cercano spesso. Proprio sui titoli di coda risolve la mischia decisiva.

Voto: 6,5

Szyminski

Uno dei giocatori dei più attesi se non altro perché ha l’arduo compito di sostituire capitan Lucioni. In campo dopo 5 panchine e zero minuti giocati. Controlla Mazzocchi, si posizione spesso molto alto per dare il suo contributo al giro palla della squadra. Decisivo nel gol dell’1-1. Prima fa la torre per Insigne, poi conclude e sulla respinta Monterisi segna. Prestazione sufficiente considerando che non giocava da oltre un mese.

Voto: 6

Ravanelli

Ravanelli in cerca della giusta sintonia

Un duello difficile con Odgowu, attaccante scorbutico e possente. Sportellate e sofferenza per il centrale che in occasione della rete di De Col sembra incerto sul da farsi con un movimento un po’ strano.

E’ chiaro che deve trovare l’affiatamento giusto con Szyminski dopo aver giocato quasi sempre con Lucioni.

Voto: 5,5 

Cotali

Cotali nulla ha potuto fare sul goal di De Col

De Col gli sbuca alle spalle e realizza la rete dell’1-0. Difesa comunque posizionata male sul repentino ribaltamento del Sudtirol. Per il resto svolge il compitino, presidiando la fascia sinistra.

Voto: 5,5

Dal 31’ s.t. Frabotta

Grosso lo getta nella mischia per sfruttarne le percussioni e soprattutto i cross. E dal suo sinistro infatti nasce la rete del pari.

Voto: 6

Lulic

Sostiuisce a centrocampo lo squalificato Mazzitelli. Seconda gara da titolare dopo quella sfortunata a Cittadella. Anche per il croato un’occasione importante in una stagione dove ha trovato molto meno spazio rispetto al campionato passato. Agisce da mezzala destra, lavorando diversi palloni e non risparmiandosi. Ci prova dai 20 metri non inquadrando la porta, in precedenza aveva servito un bel pallone ad Insigne. Nel secondo tempo c’è la sua qualità nel passaggio che pesca Mulattieri vicino all’1-1.

Voto: 6

Dal 38’ s.t. Oliveri

Si nota soltanto per un inutile e sbilenco tiraccio dalla distanza.

Voto: s.v.

Boloca

Al centro della foto Boloca tra i migliori in campo

Senza Mazzitelli è il regista nel 4-3-3 riproposto da Grosso. Molto lucido ed attivo, la manovra passa per i suoi piedi. Distribuisce e recupera palloni a quantità industriale, spesso avrebbe la possibilità di concludere ma non preme il grilletto oppure quando lo fa non è preciso.

Nell’assalto finale mostra personalità aggiuntiva rischiando spesso il dribbling e la giocata per far saltare il banco.

Voto: 6,5

Garritano

Meno brillante di altre occasioni, ma non fa mancare il suo contributo. Schierato da mezzala sinistra con divagazioni sulla trequarti, commette qualche errore di rifinitura pur restando sempre nel vivo del gioco. Ad inizio ripresa Grosso lo fa rifiatare tenendo presente che giovedì si torna in campo nello scontro al vertice contro la Reggina.

Voto: 6

Dall’8’ s.t. Caso

Al rientro dopo 2 partite ai box, regala un po’ di vivacità all’attacco del Frosinone mettendo in apprensione i difensori avversari ed in particolare Berra. Si procura la punizione poi tirata sul palo da Insigne. Non è al top ma i suoi numeri possono sempre fare la differenza.

Voto: 6

Moro

In difficoltà ormai da qualche settimana. Al “Druso” poi trova l’avversario diretto peggiore, ovvero l’esperto Masiello. Perde tanti duelli. Forse troppi. Inizia da punta centrale nel tridente completato da Insigne e Bocic. C’è da precisare che gli arrivano pochi palloni giocabili: un attaccante come lui avrebbe bisogno di cross. Le cose non vanno meglio quando Grosso gli affianca Mulattieri. L’unico spunto al 13’ della ripresa: la sua conclusione si perde a lato.

Voto: 5

Dal 31’ s.t. Borrelli

L’attaccante Borrelli

Dovrebbe garantire maggiore peso all’attacco e magari la stoccata vincente. Alla fine il pari lo trova un difensore.

Voto: s.v.

Bocic

Quinta novità di formazione, un innesto a sorpresa. Giostra da punta esterna a sinistra, prova a sfondare senza riuscirci. Non basta tanta applicazione, qualche errore nelle scelte. Sostituito ad inizio secondo tempo.

Voto: 5,5

Dall’8’ s.t. Mulattieri

Pericoloso al 20’: è bravo a girarsi a centro area ma il pallone lambisce il palo. Molto battagliero, dinamico, ci prova anche di testa senza trovare la porta. Nel finale viene ammonito per eccesso di temperamento.

Voto: 6

Grosso

Fabio Grosso sotto la pioggia altoatesina

Il Frosinone allunga la striscia positiva (6 vittorie e 2 pareggi) e persino il vantaggio sulle terze (+9). Certo la Reggina si è avvicinata (-3) e giovedì nello scontro diretto le 2 squadre si giocheranno il primato.

Tra infortuni, squalifiche e turnover cambia mezza squadra rischiando… Grosso. La squadra comunque non sfigura anche se ha mostrato difficoltà in zona-gol ed in occasione della rete avversaria la difesa non è stata impeccabile.

Indovina le scelte di Insigne e Monterisi titolari. I cambi stavolta non incidono più di tanto ma il cilindro non può contenere sempre il famoso coniglio.

Voto: 6  

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright