Il Governissimo può attendere: Forza Italia guarda al centrodestra e al Quirinale

La road map di Antonio Tajani: nessuna crisi in questo momento, in futuro ci si rimetterà alle decisioni di Mattarella, rimanendo però nel centrodestra. La partita vera è quella per portare Mario Draghi al Colle. Per battere Romano Prodi.

«Ma come si può, mentre ci sono ancora centinaia di persone che muoiono soffocate ogni giorno, pensare a formule, giochi politici, di potere, di Palazzo? Cos’è questo cinismo?». Se lo chiede in un’intervista al Corriere della Sera Antonio Tajani, il vicepresidente di Forza Italia.

Che poche righe più avanti precisa: «Siamo una forza politica che, in questo momento drammatico, pensa a come uscire dell’emergenza, a come salvare vite – di chi è in ospedale e di chi lotterà contro la povertà – a tenere in piedi il Paese».

Aggiunge: «Siamo una forza patriottica e offriamo il nostro apporto in termini di proposte, non di voti sottobanco o formulette che nemmeno ci vengono in mente». Rileva poi Tajani: «E’ un momento straordinario per la vita del Paese, non è normale amministrazione. Quando si uscirà dall’emergenza si ragionerà anche in termini diversi. Se la maggioranza andrà in crisi, sarà il Capo dello Stato a indicare la via: le elezioni sono quella maestra per noi, se saranno necessarie altre soluzioni vedremo eventualmente quali, partendo dall’unità del centrodestra».

«Ma è assurdo – conclude il vicepresidente azzurro – immaginare che adesso noi si stia a tramare per un posto di governo mentre la realtà è che nelle riunioni con Berlusconi lui ci chiede di fare i pacchi per i poveri, di pensare ad aiutare chi sta male. Perché questo è».

Niente giochi di palazzo

Silvio Berlusconi e Antonio Tajani Foto © Sara Minelli / Imagoeconomica

Ogni singola virgola della presa di posizione di Antonio Tajani ha un significato politico importante. In questo momento Forza Italia non si presterà ad alcun gioco di Palazzo per destabilizzare il Governo. Siamo in una fase politicamente delicata e l’Italia non può permettersi crisi al buio.

Inoltre, sottolinea Tajani, con centinaia di persone che continuano a morire, l’emergenza sanitaria rimane. Se poi in futuro la situazione dovesse cambiare, allora le coordinate sono evidenti: Forza Italia ragionerà in un’ottica di centrodestra, prevedendo come opzione principale quella delle elezioni anticipate.

Per altri scenari citofonare Quirinale

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella

Se poi dovessero profilarsi altri scenari, la via maestra è seguire le indicazioni del Capo dello Stato Sergio Mattarella. Vale a dire che un Governissimo di salute pubblica potrebbe prendere il via esclusivamente con il via libera del Quirinale.

In realtà il ragionamento di Forza Italia si inquadra nell’ambito di uno scenario che vede il completamento della legislatura. Ma prima ci sarà proprio l’elezione del nuovo Capo dello Stato. È in quel momento che Silvio Berlusconi giocherà le sue carte. Per scongiurare l’elezione del suo avversario storico, Romano Prodi. E per provare ad essere decisivo per la vittoria di Mario Draghi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright