Il paGGellone di Avellino-Frosinone 0-2

Una vittoria che pesa come un palazzo di 62.. piani. Citro, ingresso letale. Dionisi decisivo. Paganini, un gol che fa ben sperare…

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

Una vittoria che pesa come un palazzo di 62.. piani. Citro, ingresso letale. Dionisi decisivo. Paganini, un gol che fa ben sperare…

*

BARDI 6

Torna in campo dopo due mesi. Risponde presente su una punizione di Di Tacchio. Compie anche un grandissimo intervento a gioco fermo. Poi si deve arrendere ancora una volta. Sfortunato, e neanche poco.

Dal 1*s.t. VIGORITO 7 Entra ad inizio ripresa e deve compiere in pratica solo un vero intervento, quello su Migliorini, ma risulterà decisivo. Parata fondamentale nell’economia della gara .

 

BRIGHENTI 6

Nel primo l’Avellino non è molto pericoloso e lui si destreggia con autorità . Nella ripresa e’da rivedere su Migliorini, però nella parte finale di gara è preciso. Diffidato salterà l’Empoli.

 

TERRANOVA 6,5

Quella del pacchetto arretrato e’una gara sufficiente e lui si disimpegna con relativa tranquillità: e a nostro avviso è il migliore lì dietro tra i suoi.

 

KRAJNC 6

Anche la sua è una buona prova, diligente e con poche sbavature nel complesso.

 

PAGANINI 6,5

Ritrova quel gol che gli mancava da una vita. Lo trova con pieno merito al termine di una gara in cui lui di certo non si è risparmiato. La condizione pian piano sta tornando. E il suo apporto sarà fondamentale per le ultime fatiche dei giallazzurri.

 

MAIELLO 6,5

Si mette lì in mezzo a cercare di far ragionare i suoi. Lo fa con ordine e con la sua solita classe. Forse si vede meno rispetto ad altre volte, ma dipende anche dalla piega di una gara tutt’altro c’è facile. Ma nel complesso il suo è un apporto prezioso.

 

CHIBSAH 6,5

Gioca una gara onesta lì in mezzo, impreziosita dall’assist per Paganini che chiude il match.

 

KONE’6,5

Per larghi tratti la sua non e’una gara proprio da Oscar. Servito di tacco da Citro si “mangia” una grande occasione. Diventa decisivo, però, nel finale prima chiamando il portiere alla respinta e poi con quel l’assist per Dionisi che vale oro, forse più che oro, per il resto della stagione.

 

BEGHETTO 6 +

Buone opportunita’ partono dai suoi piedi. Il tiro cross per la chance di Paganini ad inizio ripresa, poi l’assist per Citro. In mezzo diversi cross troppo alti e per una torre che non c’è. Da lui parte l’azione che porterà al vantaggio.

 

CIANO 5,5

Nel primo tempo ci prova due volte, una su punizione, senza però inquadrare lo specchio. Per il resto si vede poco. E se non si vede lui la pericolosità offensiva ne risente.

Dal 20esimo s.t. CITRO 7 Lui cambia il match: entra e al primo pallone rischia di buttarla dentro su cross di Beghetto. Poi si procura un’altra buona occasione che non sfrutta a pieno. Poi tenta un gol a sensazione. Colpisce anche una traversa clamorosa. A gara in corso lui è letale.

DIONISI 7

Per 85 minuti ha poche, pochissime, occasioni per farsi vedere. Poi trova quel gol che pesa come un palazzo di 62 piani, tanti quanti sono i punti del Frosinone. Basta questo. Decisivo

Dal 41esimo s.t. M CIOFANI s.v.

 

ALL. LONGO 6,5

Ricambia modulo tornando al 3-5-2. Il suo Frosinone a lungo non è granché pericoloso anche se sempre sul pezzo. Poi pesca la carta Citro dalla panchina e la gara cambia di colpo. I giallazzurri tornano a vincere fuori dopo una vita, l’ultima volta fu il 28 gennaio , e si ritrovano da soli in seconda posizione.Non e’poco…

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright