Il Pd locale chiamato a scegliere tra Zingaretti e… Abbruzzese

Domenico Alfieri ha voluto vedere l’effetto che fa, ipotizzando una santa alleanza con Forza Italia. Ma con il Governatore impegnato nella scalata alla Segreteria Nazionale del Partito, in provincia di Frosinone i Democrat devono dire con chi stanno. A cominciare da De Angelis

Domenico Alfieri non è uno sprovveduto e nemmeno uno alle prime armi.

Ricopre tre ruoli contemporaneamente: sindaco di Paliano, consigliere provinciale e reggente della segreteria del Pd in Ciociaria.

Nel momento in cui fa intendere chiaramente che potrebbe esserci un’apertura nei confronti di Forza Italia per fermare l’avanzata dell’alleanza tra Movimento Cinque Stelle e Lega, lo fa per… vedere l’effetto che fa. Per tastare il terreno, per capire le reazioni che si generano.

D’altronde ci sono settori importanti del Partito Democratico che in questa direzione guardano da tempo. A cominciare dal senatore Matteo Renzi, il vero capo del Partito.

Se il 4 marzo avessero vinto loro, a quest’ora ci sarebbe un governo sostenuto da Democrat e Forza Italia. Inoltre in questi mesi in tanti hanno parlato di Fronte repubblicano e di alleanze fra responsabili.

Alfieri dunque ha aperto un fronte più mediatico che politico, per vedere cosa succedeva. Adriano Piacentini, coordinatore provinciale di Forza Italia, gli ha sbarrato la strada. Nel Pd, invece, tantissimi silenzi e qualche reazione negativa. Il progetto verrà messo in soffitta, tra qualche mese si vedrà. 

 

Però in provincia di Frosinone il Partito Democratico una scelta netta dovrà pur farla. Alla Segreteria nazionale concorrerà il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il più contrario al cosiddetto fronte repubblicano.

Lui parla di un centrosinistra largo, inclusivo e aperto alle esperienze della società civile. Zingaretti è l’opposto di Matteo Renzi sul piano politico e tra i due campi non può essere gettato alcun ponte.

Con Zingaretti hanno detto di essere schierati Francesco De Angelis, Mauro Buschini e Sara Battisti, cioè i referenti dell’area che è azionista di maggioranza del Partito in Ciociaria. Con Zingaretti c’è Simone Costanzo, l’ex segretario del Pd. Anche il presidente della Provincia Antonio Pompeo sta con il Governatore.

Però in Ciociaria, specialmente negli enti intermedi, tra Pd e Forza Italia gli accordi ci sono stati e continuano ad esserci.

Riusciranno i Democrat a scegliere una buona volta? Perlomeno tra Nicola Zingaretti e Mario Abbruzzese.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright