Il Pd  si riscopre unito alle comunali di Frosinone

La presenza di Bruno Astorre, il lavoro di Luca Fantini, la strategia di Francesco De Angelis, i consiglieri regionali Mauro Buschini e Sara Battisti in prima linea: la lista alle comunali sarà fortissima. Un segnale forte dato a Enrico Letta e Nicola Zingaretti.

Erano anni che il Partito Democratico non si riscopriva unito a Frosinone: la campagna elettorale che vedrà Domenico Marzi candidato a sindaco potrà rappresentare un’inversione di tendenza importante.

Il senatore e segretario regionale Bruno Astorre sta partecipando a tutte le riunioni degli organismi dirigenti del Partito, per dimostrare che c’è totale sintonia, anche con il Governatore Nicola Zingaretti. Francesco De Angelis si è rituffato h24 in Federazione per mettere insieme tutto e tutti, il segretario Luca Fantini è proiettato solo sulla composizione della coalizione e poi della lista. La lista del Pd sarà di alto livello: ci saranno Angelo Pizzutelli, Norberto Venturi, Vincenzo Savo ma anche Fabrizio Cristofari. Se poi dovesse concorrere pure Michele Marini, allora il quadro sarebbe completo. (Leggi qui Marzi fa pace con Marini: si candidano insieme).

In ogni caso la prospettiva è quella di una lista forte che vuole lasciare un segno importante proprio nel capoluogo.

E il “Campo largo”?

Sara Battisti, Francesco De Angelis,
Nicola Zingaretti e Mauro Buschini

I prossimi giorni serviranno a capire quanto sarà ampia la coalizione di centrosinistra da Campo largo immaginata da Enrico Letta a livello nazionale, da Nicola Zingaretti sul piano regionale e da Francesco De Angelis su quello provinciale.

Le campagne elettorali si possono vincere e si possono perdere e la partita tra Riccardo Mastrangeli e Domenico Marzi è da tripla delle vecchie schedine di una volta. Il classico 1-X-2. Un risultato però la candidatura di Marzi lo ha già ottenuto: il Pd a Frosinone è unito ed è tronato ad essere motivato. E questo cambia la sua prospettiva anche in vista delle future elezioni regionali e politiche.

In questa fase si stanno vedendo in prima linea i consiglieri regionali Mauro Buschini e Sara Battisti, per completare il quadro dell’unità interna.

Lo snodo delle Regionali

Enrico Letta (Foto: Carlo Lannutti © Imagoeconomica)

Le elezioni Politiche e Regionali (si vota nel Lazio) del 2023 rappresenteranno un appuntamento che il Partito Democratico non potrà fallire. Enrico Letta sta già studiando formule politiche possibili per continuare ad assicurare al Paese un Governo forte e stabile. Probabilmente sempre con Mario Draghi alla guida.

Questo perché dalle urne potrebbe venire fuori il solito immancabile pareggio che rende difficile trovare uno straccio di maggioranza. L’unità del Pd a Frosinone è una risposta forte che i livelli locali hanno voluto dare proprio a Enrico Letta e Nicola Zingaretti.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright