Il virus non rallenta: le Asl disegnano la linea del fronte

Non si arresta l'ondata di Coronavirus nel Lazio. La Regione costruisce la linea con cui fronteggiare un'eventuale ondata. Tutti i posti letto in più in via di realizzazione. Ad Alatri 6 posti di Terapia Intensiva. Bando per 12 assunzioni di medici. Tra poco anche gli infermieri.

Aumentano: i casi di coronavirus sono cresciuti più in provincia di Frosinone che in qualsiasi altra del Lazio. La Asl prosegue il suo piano di contrasto e si prepara alla possibile ondata di epidemia: lo fa potenziando l’ospedale di Alatri e specializzandolo. Non solo: ha pubblicato un avviso urgente con il quale assumere 12 medici per aumentare l’organico.

Il bollettino del giorno

Non accenna a rallentare. La diffusione del Covid-19 prosegue: esattamente come si calcolava. È per questo che la notte scorsa sono scattate le misure ancora più severe per tenere la gente in casa. (leggi qui Troppi furbi: ora tutti a casa).

Il Lazzaro Spallanzani © Carlo Lannutti / Imagoeconomica

La conferma è arrivata dalla videoconferenza che ogni pomeriggio si tiene tra la task-force regionale guidata dall’assessore Alessio D’Amato ed i direttori generali delle Asl.

La situazione aggiornata al pomeriggio è questa: alla Asl di Frosinone sono 5 i nuovi casi positivi. Si tratta di un pensionato di Cassino, di una donna di 59 anni residente a Sant’Elia Fiumerapido, di due persone di Ceprano (64 e 59 anni, quet’ultima è figlia della coppia nella quale è morto di coronavirus il padre, mentre la madre era stata ricoverata nei giorni scorsi), un paziente di 90 anni di Trivigliano. Sono 9 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare; ne restano 319 in sorveglianza

Alla Asl di Latina – 2 nuovi casi. E due vittime. È deceduto nel frattempo l’uomo di 83 anni che era stato trasferito all’Ospedale Goretti arrivato dalla RSA di Cassino. Allo Spallanzani si è spenta anche la zia del vicesindaco di Formia. Ora sono 876 le persone in sorveglianza domiciliare.

Alla Asl di Viterbo – 3 nuovi casi positivi. 152 in sorveglianza domiciliare più 97 in sorveglianza alla Casa dello Studente; Asl di Rieti – Nessun nuovo caso positivo. 117 le persone in sorveglianza domiciliare. Dal 16 Marzo 8 posti letto di terapia intensiva in più.

A Roma

Asl Roma 1 – 3 i nuovi casi positivi. Sono 43 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare mentre 252 persone restano in sorveglianza domiciliare; Asl Roma 2 – Nessun nuovo caso positivo. 987 le persone in sorveglianza domiciliare; Asl Roma 3 – Nessun nuovo caso positivo. 70 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza 350; Asl Roma 4 –1 nuovo caso positivo. 58 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza 122;

Asl Roma 5 – Nessun nuovo caso positivo. 45 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza domiciliare 1.104. Qui ci sono 2 posti di terapia intensiva attivabili; Asl Roma 6 – 5 nuovi casi positivi. 748 le persone in sorveglianza domiciliare.

Alatri sulla linea del fronte

Coronavirus, Amuchina Foto © Imagoeconomica / Alessia Mastropietro

Proseguono i lavori di riapertura dei reparti nell’ospedale San Benedetto di Alatri.

La struttura costituirà una delle linee del fronte con il quale contrastare la diffusione del virus in provincia di Frosinone e nel Lazio. Entro stasera verranno attivati allo Spallanzani altri 5 posti di terapia intensiva. All’Azienda ospedaliera Sant’Andrea domani saranno attivati 10 posti di malattie infettive, il 13 marzo saranno attivati 10 posti di pneumologia. Al Campus Biomedico è stato attivato il laboratorio e sono stati effettuati i primi 100 tamponi. Al Policlinico Gemelli da lunedì saranno pronti 21 posti di terapia intensiva e 28 posti di ricovero per COVID-19; a Tor Vergata da giovedì 8 posti in più. Al San Camillo venerdi’ apre il reparto per sorveglianza COVID-19.

Oggi ad Alatri è proseguito la riconversione clinica dei padiglioni che un tempo erano la Chirurgia Generale e la medicina: diventeranno posti di Terapia Intensiva e Terapia Sub intensiva nei quali salvare la vita ai pazienti affetti da coronavirus e che devono essere aiutati a respirare.

L’ospedale San Benedetto viene potenziato con 4 nuovi posti di Terapia Intensiva che così passa a 6. Inoltre vengono attivati altri 29 posti letto di Medicina Interna che, sommati a quelli esistenti, raggiunge un numero totale di 58 posti letto.

Pediatria raddoppia

Il principio organizzativo è che Frosinone ed Alatri faranno la loro parte nella rete regionale contro il Coronavirus, gli altri ospedali della provincia si faranno carico dei loro pazienti che verranno spostati per creare spazi di Terapia Intensiva allo Spaziani ed al San Benedetto.

Unità di Terapia Intensiva. Foto © Manu Dias / AGECOM

Per il periodo dell’emergenza viene raddoppiata la Guardia Pediatrica: un nuovo percorso viene dedicato ai bambini con febbre, difficoltà respiratoria e sentomi influenzali, verrà affiancato al tradizoponale percorso per i bambini con tutte le altre patologie.

La Asl ha deciso di concentrare l’assistenza sui bambini allo Spaziani. Per questo ha unificato gli attuali due reparti, portando nel capoluogo anche la Pediatria che oggi è ad Alatri.

Il bando

In giornata la Asl ha pubblicato il bando perl’assunzione di 12 medici. È pronta ad assumere con effetto immediato, a tempo pieno e copn contratto per un anno.

Cerca 3 medici per Malattie Infettive, 4 anestesisti – rianimatori, 3 pediatri, 2 medici perIgiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica.

Pochi giorni fa è stata decisa l’assunzione di 57 infermieri: è in corso lo smaltimento delle formalità.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright