Incendi, mobilitati Esercito ed Aeronautica: in volo i droni anti talebani

L’Esercito Italiano e l’Aeronautica Militare interverranno per fronteggiare l’emergenza incendi in provincia di Frosinone. Saranno in campo già dalle prossime ore.

 

A mobilitare le forze armate, questa sera verso le 20, è stato il prefetto Emilia Zarrilli. Ha ottenuto l’autorizzazione dal Ministro dell’Interno Marco Minniti, in accordo con il ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Il via libera è arrivato al termine di un lungo colloquio tra i due ministri ed  il governatore del Lazio Nicola Zingaretti . Ad entrambi ha descritto il disastro che si sta consumando in queste ore in provincia di Frosinone, con centinaia d’ettari di boschi cancellati dalle fiamme.

 

Da questa sera i mezzi dell’Esercito Italiano saranno in pattugliamento a Coreno Ausonio. Giovedì mattina scenderanno in campo i mezzi per lo scavo terra. Ma soprattutto si alzeranno in volo i droni militari del 41° Reggimento Cordenons, punta di diamante della Brigata RISTA – EW (Reconnaissance, Intelligence, Surveillance, Target Acquisition – EW per Electronic Warfare) che raggruppa le unità di guerra elettronica.

Sono i droni che hanno dato la caccia ai capi talebani in Afganistan ed hanno vigilato sui potenziali nemici in tutti i teatri di crisi sui quali ha operato negli ultimi anni l’Esercito Italiano. Grazie a loro sono state effettuate accurate operazioni di ricognizione, sorveglianza, acquisizione di obiettivi.

I droni, attraverso le telecamere termiche di cui sono dotati, sono in grado di individuare chiunque si addentri nei boschi, localizzarlo, inseguirlo.

 

All’Esercito Italiano è stato assegnato il controllo del settore Sud della Provincia di Frosinone.

 

A Nord invece opereranno gli elicotteri dell’Aeronautica Militare. Già nelle prossime ore si alzeranno in volo i mezzi del 72° Stormo AM con il rinforzo degli elicotteri del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

 

Il prefetto ha ottenuto anche l’aumento del personale dei Vigili del Fuoco: già dalle prossime ore arriverà una intera colonna di rinforzo che si attesterà a Supino.

 

Il territorio verrà battuto palmo a palmo per due giorni, nella speranza che nel fine settimana arrivi la pioggia.

 

La mobilitazione di Esercito ed Aeronautica è maturata nel corso della riunione del Gabinetto di Crisi, insediatosi dalla mattina nel Palazzo di Governo a Frosinone. Presieduta dal prefetto Emilia Zarrilli, ha visto presenti il questore, i comandanti provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. I comandanti del 72° Stormo dell’Aeronautica Militare e del 41° Reggimento Cordenons. Il comandante della Polizia Provinciale ed il dirigente dei Carabinieri Forestali di Frosinone. La Regione è stata rappresentata dall’assessore Mauro Buschini. Al tavolo, anche i rappresentanti di Acea.

§

 

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright